25.1 C
New York
sabato, Novembre 28, 2020
Web Radio
Home Archivio Il Giubileo della famiglia e delle sue ferite

Il Giubileo della famiglia e delle sue ferite

Per capire che la famiglia reale non è quella del Mulino Bianco non ci voleva certo il Giubileo della Famiglia. Ma dalle parole di Gabriella e Pierluigi Proietti e Antonella e Nicola Lops,  due coppie romane che hanno raccontato il loro percorso di vita sul palco della Fiera di Cagliari, è emerso ancora una volta come l’amore di una coppia non sia soltanto fatto di passione e romanticismo, ma spesso sia un percorso di sacrificio e difficoltà che tante volte nasconde precedenti esperienze di dolore e sofferenza.  Perché, è inutile negarlo, spesso l’amore è fatto di fallimenti e di cadute dolorose dalle quali ci si risolleva con molta fatica.

Il Giubileo della famiglia

La famiglia, le sue gioie e i suoi dolori sono stati i protagonisti del Giubileo regionale della famiglia organizzato dalla Conferenza episcopale sarda che domenica scorsa ha riunito a Cagliari centinaia di famiglie provenienti da tutta la Sardegna.

Noi ci siamo e crediamo nella famiglia“, ha detto monsignor Mosé Marcia, vescovo delegato alla famiglia, che introducendo l’incontro preparato da circa un anno dalla Conferenza episcopale sarda ha evidenziato proprio l’aspetto della verità della relazione familiare. In famiglia si crea infatti una relazione intima e personale nella quale crollano le maschere indossate nella vita sociale e ci si rapporta con sincerità facendo emergere anche le proprie debolezze. “È proprio in famiglia che impariamo ad essere misericordiosi come il padre“, ha detto mons. Marcia: “in famiglia si respira un amore reale e non ideale“.

giubileo della famiglia
Il Vescovo di Alghero Bosa Mons. Mauro Morfino

L’amore – ha spiegato il vescovo di Alghero-Bosa Mauro Morfino nella sua Lectio Divina dal titolo “Famiglia, luogo di misericordia” – richiede un cuore grande“. La makrothymia, cioè la “capacità di guardare e sentire in grande” che la Bibbia attribuisce a Dio paziente e magnanimo, ben si addice infatti anche alla relazione coniugale e a quelle di un padre e una madre con i propri figli.

La Chiesa, d’altronde, ha in concetto molto concreto dell’amore conuigale. Non quello romantico e svolazzante, ma quello costruttivo e attento alla realtà dell’altro. “L’amore non è un frappè dove uno si disperde nell’altro con il rischio che ci si perda  entrambi“, ha spiegato monsignor Morfino, traendo spunto dall’inno alla carità di San Paolo. “Chi ama deve rispettare l’alterità, deve partire da come è l’altro e non da come lo vorrebbe.  Deve fare il bene dell’altro e il bene che è l’altro. L’amore – ha aggiunto – è gratuito e non è un mezzo narcisista per amare se stessi attraverso un’altra persona“.

Insomma nonostante non ci sia una ricetta univoca, un rapporto matrimoniale può migliorare seguendo qualche piccolo accorgimento. Magari se marito e moglie riescono ad ascoltarsi reciprocamente, lavorano su se stessi e sui propri difetti e cercano di stare attenti ai piccoli gesti quotidiani manifestando senza paura i propri sentimenti.

L’amore – ha aggiunto mons. Morfino – significa rispettare l’altro ed amarlo per quello che è in modo completamente gratuito. Senza gelosie e narcisismo e con la consapevolezza che le crisi che inevitabilmente attraversa qualsiasi coppia, se sapute affrontare, possono essere una grande opportunità di crescita.

Durante il Giubileo della Famiglia sono emerse anche la necessità di percorrere nuove vie pastorali per sostenere la famiglia e quella di un supporto delle coppie soprattutto nei momenti più difficili della vita matrimoniale: i primi anni del matrimonio, la nascita dei figli, la terza età quando i figli vanno via di casa e il nido si svuota. “La crisi  può sempre nascondere una buona notizia – ha detto Giancarlo Proietti parlando della sua esperienza con il centro di formazione Betania che aiuta molte coppie a superare i problemi matrimoniali- . L’importante è non rimanere soli ma avere il supporto di qualcuno che sappia ascoltare e consigliare“.

Il Giubileo della famiglia si è concluso con un concerto del coro gospel Black Soul e un breve pellegrinaggio al Santuario di Nostra Signora di Bonaria dove, dopo l’ingresso delle famiglie attraverso la Porta Santa, si è tenuta la celebrazione eucaristica con i vescovi della Sardegna.

Alessandro Zorco
Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver