Zona franca extradoganale in Sardegna: Scifo scrive a Mattarella

0
778
cinque domande
Francesco Scifo e gli zonafranchisti durante un recente sit-in davanti al palazzo della Regione Sardegna

Lettera aperta del segretario nazionale del Movimento Sardegna Zona franca, l’avvocato Francesco Scifo, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella che sarà in visita in Sardegna il prossimo 2 ottobre. “La Sardegna che si appresta a ricevere la sua visita è una zona franca dalle leggi – si legge nella missiva che Scifo scrive a Mattarella e di cui dà conto il sito ufficiale del Movimento Sardegna Zona Franca -: lei è al vertice di istituzioni che ormai ritengono la Costituzione, i trattati europei e le sentenze delle pure fastidiose formalità e non fonti cogenti”.

Scifo scrive a Mattarella

scifo scrive a Mattarella
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Montecitorio insieme ai presidenti della Camera e del Senato Boldrini e Grasso

La tutela del risparmio, la difesa della sovranità, la legalità, la tutela della persona, dei beni, della famiglia, della concorrenza, dell’ambiente, il diritto fondamentale in una democrazia di esprimere con il voto la propria preferenza politica, sono valori che lei ha dimenticato di difendere”, si legge nella lettera aperta che Scifo scrive a Mattarella. “Lo dice la Corte Costituzionale nella sentenza numero uno del 2014, da Lei stesso firmata come giudice ma poi riposta in un cassetto da Presidente. Nessuno può dimenticare che Lei è stato nominato dai parlamentari che Lei stesso aveva giudicato eletti con una legge elettorale incostituzionale – prosegue la lettera di Scifo a Mattarella riferendosi alla sentenza della Corte di Cassazione numero  8.878  del 2014 “nella quale si afferma che in Italia, dal 2005, i cittadini non hanno potuto esercitare il diritto di voto come previsto dalla costituzione nelle elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica“.

Il decreto legislativo mai applicato

Lei dovrebbe essere garante della Costituzione, ma questa sentenza dimostra evidentemente che non lo è – scrive ancora Scifo al presidente Mattarella -: le chiedo perché viene in Sardegna se nemmeno in grado di fare applicare da magistrati e prefetti l’unica legge che potrebbe portare lavoro e benessere, il decreto legislativo numero 75 del 1998 che ha istituito la zona franca extradoganale in applicazione dello Statuto autonomistico del 1998. Questa Italia senza legge né garanti la Sardegna la subisce, ma non l’amerà mai – conclude la lettera che Scifo indirizza a Mattarella – esattamente come la Catalogna con la Spagna. L’auspicio è che lei venga a dare a dirci che tutto cambierà e che farà rispettare queste fonti normative fondamentali della Repubblica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.