Texile: singolo di esordio e videoclip per la band cagliaritana

0
221
La band cagliaritana dei Texile (foto Fiorella Sanna)

Immagini oniriche e introspettive, riverberi lontani, chitarre liquide poggiate su un impianto pop. Accompagnato da un videoclip del regista svedese Niels Jensen è uscito Settembre, il primo singolo della band cagliaritana Texile. Un’anteprima dell’EP di esordio che uscirà il prossimo novembre.

Il progetto Texile

Nato dall’incontro tra Valentino Murru, batterista e fondatore degli Antennah (band cagliaritana prodotta dal Consorzio Produttori Indipendenti di Gianni Maroccolo), la cantante Grace e i musicisti Luca Becciu, Simone Mattana e Gabriele Loddo, il progetto Texile (questa la pagina FB del gruppo cagliaritano) – si legge nel press sheet di presentazione della band – è un “sublimato denso ed emotivo di pop-rock, canzone d’autore, psichedelia e fragore, scenari onirici e riverberi lontani”.

Veicolato da un suggestivo video di Niels Jensen – poliedrico artista svedese (oltre che regista è anche pittore e musicista) – il singolo Settembre anticipa “Blu macchiato di blu”, un EP di quattro brani che saranno pubblicati dalla Stella Recordings, etichetta del pianista e compositore cagliaritano Stefano Guzzetti, produttore del disco.

texile cagliari
La band cagliaritana dei Texile (foto Fiorella Sanna)

Il progetto Texile è frutto di un lavoro di squadra”, spiega Valentino Murru. Il batterista cagliaritano, dopo qualche anno di assenza dalle scene musicali, ha sentito l’esigenza di rimettersi in gioco con un nuovo progetto musicale. “Ognuno di noi dà il suo contributo creativo e mette a disposizione le sue capacità – aggiunge Murru -: suoniamo perché siamo mossi da una grande passione per la musica. Nessuno di noi suona per soddisfare il proprio ego, ma in fase compositiva ci interessa focalizzare solo ciò che serve strettamente all’economia dei brani. Nessun freddo virtuosismo”.

Le canzoni di Texile – spiega ancora Murru – nascono da uno spunto, da una suggestione suggerita da una session in sala che poi viene elaborata tutti insieme con un certosino lavoro in sala prove. Successivamente avviene la stesura dei testi, scritti dallo stesso batterista. Descrivono interiorità e stati d’animo restituiti con immagini oniriche. “Descrivo delle immagini che ognuno può far proprie. Come nel singolo Settembre che – spiega l’autore – è un colpo d’occhio sulle acque di una città che però non è Cagliari.  Non abbiamo comunque velleità poetiche o letterarie – precisa Murru -: le immagini descritte nei testi si fondono con la musica, conta il risultato complessivo di ogni singolo brano”.

Texile: Grace (voce, chitarra e piano), Luca Becciu (chitarre), Simone Mattana (Tastiere e synth), Gabriele Loddo (basso e contrabbasso) e Valentino Murru (batteria).

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*