Polisportiva Olimpia: quando gli atleti sono speciali

0
245
Polisportiva Olimpia

Quest’estate li potremo vedere al Poetto, intenti a vigilare e ad offrire assistenza ai bagnanti della spieggia dei Centomila. Vestiti con la divisa di Emd118, un’azienda che si occupa della commercializzazione dei defibrillatori, rigorosamente accompagnati da un responsabile medico batteranno in lungo e in largo la spiaggia cagliaritana con il loro carretto che, invece delle solite granite e delle bibite, conterrà un’attrezzatura medica: uno speciale defibrillatore che può essere utilizzato in spiaggia, dei farmaci ed altro materiale per eseguire medicazioni di primo intervento. Insomma tutta l’attrezzatura necessaria a salvare delle vite umane e dare un soccorso cardiologico ai bagnanti dell’affollatissima spiaggia cagliaritana. E’ questa l’ultima iniziativa degli incontenibili atleti “speciali” della Polisportiva Olimpia di Carbonia, l’associazione sportiva di volontariato presieduta da Carlo Mascia che da anni organizza attività per persone con disabilità intellettive di tutte le età, utilizzando lo sport come strumento primario per l’integrazione sociale e l’apprendimento.

Polisportiva OlimpiaSabato scorso a Cagliari nella sede Turiservice di via Caprera 3a dodici “atleti speciali” della Polisportiva Olimpia Onlus di Carbonia hanno ottenuto gli attestati di frequenza al corso di utilizzo di un defibrillatore, donato dall’American heart association (un’organizzazione statunitense che si occupa di ridurre le morti causate da problemi cardiaci ed ictus) e da Emd118 (azienda che come detto si occupa della commercializzazione di defibrillatori) e destinato a un progetto speciale di cardioprotezione dei bagnanti. Grazie ad una protezione contro l’ingresso di polveri e di acqua il defibrillatore speciale può infatti essere utilizzato anche sulla sabbia.

Il messaggio della Polisportiva Olimpia: Uniti per la vita

Sono orgoglioso di questo progetto perché parteciperemo in prima linea, con azioni concrete e culturalmente all’avanguardia, all’integrazione delle persone disabili all’interno non solo del mondo dello sport, ma anche in maniera importante nel sociale”, ha spiegato il presidente della Polisportiva Olimpia, Carlo Mascia, illustrando l’iniziativa per la quale ha creato un apposito marchio, “Uniti per la vita”, che unisce l’azione dell’associazione a quella di Emd118, “offrendo nuove opportunità di integrazione sociale a persone affette da disabilità mentali attraverso lo sport e donando una seconda chance di vita alle persone colpite da arresto cardiaco”.

“La nostra idea – ha aggiunto Carlo Mascia – si è potuta concretizzare grazie al supporto di Simona Buono, referente per la Sardegna di Emd118, che ha creduto al nostro progetto pilota, con il quale la Sardegna potrebbe diventare una zona sperimentale in cui sviluppare metodologie sportive innovative volte all’inclusione sociale dei disabili e alla valorizzazione della prevenzione cardiopatica in tutto il territorio sardo”.

Polisportiva OlimpiaAppuntamento quest’estate al Poetto con gli atleti speciali della Polisportiva Olimpia Onlus, artefici di tante idee ed iniziative che stanno contagiando un grande entusiasmo e trasmettendo un importante messaggio di speranza e inclusione. “Noi della Polisportiva Olimpia cerchiamo di dare risposte concrete alle reali problematiche delle persone in genere senza piangerci addosso – spiega il presidente Mascia – perché siamo più che convinti che l’handicap può fermare tutto tranne la voglia di vivere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.