Paolo Brosio: dall’inferno alla luce di Maria

0
605
paolo brosio

Maria è ovunque, ma in questo momento Medjugorje è la sua casa“, dice. Ma da quando ha cambiato vita, da quando cioè ha rinunciato alle notti brave in Versilia (dove gestiva l’esclusivo Twiga Beach Club) o al Billionaire in Costa Smeralda e ad una vita fatta di soddisfazioni personali, anche per lui Medjugorje è diventata come una seconda casa. Lì il giornalista Paolo Brosio, famoso giudiziarista del Tg4 ai tempi di Mani Pulite e cronista sportivo di Mediaset dove seguiva tutte le partite della Juve, ha adottato una bimba che oggi ha nove anni e lì continua a trascinare centinaia di fedeli per poter finanziare le sue iniziative. Nella cittadina della Bosnia Brosio ha infatti finora costruito una casa di riposo per anziani e due case per bambini orfani e ora si appresta a finanziare il primo Pronto Soccorso. Quest’ultima idea, tra l’altro, è nata dallo scherzo feroce che le Iene gli hanno fatto l’anno scorso, fingendo una telefonata di Papa Francesco.

Protagonista dell’ultima puntata di Cammino nel mondo – Storie di fede quotidiana, che potete ascoltare in podcast questa pagina, è il giornalista Paolo Brosio che nei giorni scorsi ha tenuto a Cagliari uno spettacolo per presentare il suo ultimo libro I misteri di Maria con la formula del TeatroLibro, una testimonianza accompagnata da musica, fotografie e clip musicali.

La testimonianza di Paolo Brosio

Paolo Brosio CagliariOrganizzata dall’avvocato cagliaritano Ciro Deplano e dalla moglie Ninetta Banni, la tappa cagliaritana dello spettacolo di Paolo Brosio si è tenuta nell’auditorium del Seminario Arcivescovile (il giorno dopo è stato ad Oristano). Prima dello spettacolo Brosio ha voluto pregare insieme ad alcuni ragazzi e ragazze nel giardino della struttura di via monsignor Cogoni. Poi, nel lungo  spettacolo, ha raccontato con commozione la sua conversione da una vita votata alla carriera, alle donne e al calcio fino a quella attuale, quasi ascetica, caratterizzata da un forte impegno per i più deboli e legata a doppia mandata a Medjugorje.

Un passaggio segnato da una preghiera semplice, l’Ave Maria, pronunciata quasi automaticamente in un momento in cui era forte la consapevolezza di aver toccato il fondo della bassezza umana.

Criticatissimo, come è sempre criticato ferocemente chi cambia radicalmente la propria vita perchè ha incontrato la fede, Paolo Brosio si è dato con generosità al pubblico,  raccontando con scioltezza (lo spettacolo è stato già messo in scena circa duecento volte in due anni) la sua vita passata e quella attuale, non lesinando curiosi retroscena del celebre scherzo delle Iene che alla fine, come spesso accade nella vita, ha rivelato molti aspetti positivi, innanzitutto perchè gli ha permesso di ideare il progetto Il mattone del Cuore per la realizzazione del primo Pronto soccorso a Medjugorje e poi perchè gli ha consentito, esattamente un anno fa, di incontrare effettivamente Papa Francesco insieme a sua madre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.