Overbooking: come difendersi dagli abusi delle compagnie aeree

0
40
overbooking
In volo

Sta facendo il giro dei social network l’incredibile vicenda di un medico asiatico ultrasessantenne che negli Stati Uniti è stato portato via con la forza mentre stava seduto tranquillamente al suo posto in attesa del decollo del suo volo della United Airlines che da Chicago lo avrebbe dovuto portare a Louisville. La motivazione ha dell’incredibile perché il volo era in Overbooking. Quella dell’overbooking è a quanto pare una strategia molto utilizzata dalle compagnie aeree che accettano prenotazioni oltre il numero di posti realmente a disposizione, nella speranza che al momento dell’imbarco alcuni passeggeri non si presentino.

overbooking
Un aeroporto italiano

In sostanza si scommette sulla pelle dei passeggeri per un extra profitto della compagnia aerea“, spiega commentando l’episodio Lorenzo Asuni, responsabile di AirHelp, società impegnata nel difendere i passeggeri in caso di overbooking, volo in ritardo o cancellati. “Questo è l’ennesimo episodio dove i diritti dei passeggeri vengono calpestati senza alcun ritegno dalle compagnie aeree“.

Stando alla ricostruzione del manager cagliaritano pare che la compagnia aerea abbia offerto ai passeggeri già seduti ai loro posti un assegno di 300 dollari, una notte in albergo ed un posto su un volo della mattina, se avessero rinunciato volontariamente al loro posto. Ma non trovando riscontri abbia sorteggiato quattro “volontari” tra cui il medico.

Eppure – spiega Asuni – i passeggeri possono tutelarsi da questi abusi. Come? Attraverso una direttiva Comunitaria poco conosciuta, l’EU261, che tutela i passeggeri in caso di cancellazione del proprio volo, ritardo superiore alle 3 ore o appunto “overbooking”.

In questi casi – spiega – sono previsti il risarcimento da 250€ a fino 600€ a seconda della lunghezza della tratta ed a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto, un posto sul primo volo disponibile per la destinazione finale, pasti e bevande in  relazione alla durata dell’attesa, telefonate, messaggi fax o e-mail, sistemazione in albergo nel caso in cui si renda necessario un soggiorno di una o più notti persino spostamento tra l’aeroporto e il luogo di sistemazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.