Is Arenas: i detenuti della Casa di reclusione diventano guide equestri

0
75
piscinas is arenas
Le dune di Piscinas

Dare una possibilità di reinserimento ad alcuni detenuti della Casa di reclusione di Is Arenas formandoli come guide equestri e nello stesso tempo promuovere turisticamente i 2700 ettari di territorio in cui si sviluppa l’istituto penale di Arbus, immerso nella Costa Verde, uno dei territori ancora incontaminati della Sardegna. Sono questi gli obiettivi del progetto “Is Arenas attività equestri”, scaturito da un protocollo d’intesa tra la Casa di rieducazione, l’hotel Le Dune di Piscinas e l’Asi, Associazioni sportive e sociali italiane. Nato da un fruttuoso percorso di volontariato all’interno delle carceri finalizzato al reinserimento lavorativo dei detenuti, il progetto – che verrà ufficialmente presentato venerdì prossimo alla Casa di reclusione Is Arenas (località Bau ad Arbus) alla presenza del presidente nazionale Asi, Claudio Barbaro, del senatore Emilio Floris, dei deputati Bruno Murgia e Siro Marroccu e dei consiglieri regionali Sandro Collu e Ugo Cappellacci – prevede la partecipazione di 18 detenuti che hanno iniziato il corso per guide equestri. Dodici di loro faranno parte del progetto e due saranno assunti dalla cooperativa Ve.Da.Ro.Ma. che affianca l’Asi in questa esperienza.

is arenas
Is Arenas

Il progetto “Is Arenas attività equestri” ha, come detto, la finalità di far conoscere maggiormente un territorio particolarmente importante per la Sardegna dal punto di vista naturalistico e paesaggistico. Con le sue bianchissime dune di sabbia, la zona di Piscinas è infatti considerata  tra le pochissime zone ancora desertiche dell’Europa.

Le escursioni (minimo due persone e massimo di 12) a cavallo o sui pony (per i bambini) permetteranno ai partecipanti di vivere un’esperienza indimenticabile immersi nella natura. Numerosi percorsi, appositamente predisposti dagli esperti negli sport equestri dell’Asi, consentiranno ai partecipanti di immergersi in una flora e una fauna uniche al mondo. Nella zona di Piscinas sono infatti presenti ancora numerosi esemplari di cervo sardo e di testuggini mediterranee. La tartaruga marina depone inoltre le uova sulla spiaggia. I percorsi costeggeranno i complessi minerari ottocenteschi abbandonati, testimonianza di una archeologia industriale che ha avuto un ruolo importante sul territorio. Inoltre i visitatori potranno entrare in contatto con le attività che quotidianamente vengono svolte nella colonia agricola e assaggiare i formaggi, il miele e le altre specialità prodotte dagli ospiti della Casa di reclusione di Is Arenas.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*