Diabete in Sardegna, dall’isola parte la richiesta di innovare le cure

0
73
diabete in sardegna
Diabete

La Sardegna è da anni al primo posto nel mondo per incidenza del diabete in età pediatrica. Si parla di 60 casi di diabete in Sardegna ogni centomila bambini in età evolutiva contro una media nazionale di 12 casi su centomila. Finora i pazienti diabetici hanno dovuto sempre misurare la glicemia con le punture nel dito, ma oggi sono presenti in commercio delle apparecchiature moderne in grado di monitorare continuamente il diabete rendendo occasionale la necessità delle punture al dito e migliorando molto le condizioni di vita dei malati di diabete.

diabete in sardegna
Il controllo classico della glicemia per i malati di diabete: la puntura al dito

Per questo dalla Sardegna, in particolare da Abbasanta, è partita una petizione online già firmata da quasi 5mila persone in cui si chiede che il Free Style Libre, questo il nome del sensore per il monitoraggio del diabete, venga concesso anche in Italia (come già succede in Francia) dal Servizio Sanitario Nazionale per tutti i diabetici di tipo 1 e 2 in condizioni di trattamento insulinico intensivo.

Il sensore funziona molto semplicemente. Si applica al braccio e permette di misurare i valori del glucosio attraverso un lettore o addirittura attraverso una app del telefonino, rendendo molto più rara la necessità delle fastidiose quotidiane punture sul dito e soprattutto consentendo ai pazienti di tenere costantemente sotto controllo i valori glicemici.

Il kit per il monitoraggio della glicemia ha un costo di 169 euro che i malati di diabete vorrebbero rientrasse tra le prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale, anche in funzione della prevenzione di questa malattia.

Il mantenimento di valori ottimali di glicemia è la strada per la prevenzione delle complicanze del diabete – si legge nella petizione lanciata da Irene Mattana -. Oltre alla Francia, anche in Italia si inizia ad affrontare l’argomento; il Lazio ha determinato le modalità d’uso continuativo del Free-Style Libre. In Sardegna siamo primi per incidenza del diabete insulino-dipendente… proviamo ad essere quasi primi nelle innovazioni tecnologiche per la sua cura”.

Vista l’incidenza del diabete in Sardegna la petizione è stata già inviata all’Assessorato regionale alla Sanità con la richiesta di monitorarne l’evoluzione con la speranza di arrivare almeno a 10mila firme per sensibilizzare il ministero.

Questo il link per firmare la petizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*