CultuRas: 300mila euro per progetti giovanili

0
97
CultuRas

Si chiama CultuRas. E’ un bando regionale da trecentomila euro che ha l’obiettivo di valorizzare gli spazi d’incontro per la diffusione di iniziative culturali e creare nuove opportunità economiche, di studio e di lavoro per i ragazzi dai 14 ai 30 anni. “CultuRas” e “CultuRas 2” sono i nuovi progetti che l’assessorato della Cultura e Pubblica Istruzione della Regione Sardegna finanzierà per favorire l’aggregazione giovanile.

Il fine dei progetti CultuRas è quello di recuperare luoghi e spazi nei quali i ragazzi possano ritrovarsi durante il tempo libero – ha spiegato l’assessore regionale Claudia Firino – trasformandolo in tempo utile per la socializzazione, ma anche per sperimentare il proprio talento in discipline sportive o in attività musicali e teatrali. Un modo per sviluppare competenze che vadano oltre i sistemi educativi e formativi tradizionali”.

Il bando CultuRas

GiovaniUno dei requisiti fondamentali per partecipare al bando CultuRas è l’attivazione di percorsi formativi che vedano l’affiancamento dei “giovani talenti” a “talenti senior” di consolidata esperienza nel settore culturale. E’ prevista inoltre la realizzazione di opere, rassegne, festival e concorsi, interventi di studio, lavoro, volontariato che rafforzino il patrimonio di conoscenze dei ragazzi.

Tra i requisiti: la durata del progetto tra tre mesi e un anno; che le associazioni o cooperative proponenti siano istituite da almeno un anno in Sardegna e abbiano realizzato, nell’ultimo biennio, attività finanziate con contributi pubblici di importo almeno pari alla metà del finanziamento richiesto.

Le azioni che stiamo proponendo con il bando CultuRas – ha concluso l’assessore Firino – sono coerenti con il progetto Tutti a [email protected], specie per ciò che concerne “Scuole aperte”, programma nel quale stiamo inserendo attività culturali ed extracurriculari”.

Redazione Blogosocial

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.