Cagliari 2016: Massidda apre la corsa

0
151
massidda

Cagliari ha bisogno di un manager, non di un capo-condomino”. La convention di Piergiorgio Massidda, che ha incontrato i suoi simpatizzanti al T-Hotel ha aperto di fatto la corsa per le comunali del 2016. Anche in questa tornata elettorale, così come era avvenuto per le ultime elezioni provinciali, la candidatura dell’ex parlamentare spariglia le carte del centrodestra che non ha ancora deciso chi sarà il suo candidato ufficiale.

Se vogliono fare le primarie le facciano, noi li affronteremo”, ha detto Massidda parlando a circa 400 sostenitori. La spaccatura dell’ex senatore con il sistema dei partiti che lo ha sostenuto durante la sua lunga carriera politica è ormai insanabile. “La gente è stufa di aspettare partiti che aspettano ordini da Roma – ha spiegato – noi crediamo che a Cagliari la priorità assoluta sia il lavoro e le primarie non danno da mangiare”.

Le liste civiche di Massidda

Massidda ConventionLe liste civiche che sosterranno Massidda saranno variegate, con esponenti sia del centrosinistra che del centrodestra, ma anche con esponenti del movimento Cinque Stelle e della galassia sovranista. “Ognuno di noi si toglierà la sua maglietta per indossare quella rossoblù: le idee non hanno colore e noi saremo un arcobaleno perché vogliamo portare il sole alla città di Cagliari”.

Massidda ha annunciato che chiederà ai sostenitori un aiuto per stilare il programma. Nelle prossime dodici settimane saranno battuti a tappeto i quartieri cagliaritani in modo da raccogliere idee e progetti. Ma l’ex parlamentare ha chiesto espressamente anche un supporto economico per la campagna elettorale. “Avremmo potuto tranquillamente avere degli sponsor – ha spiegato – ma poi gli avremmo dovuto restituire qualcosa. Invece vogliamo essere liberi di fare esclusivamente l’interesse dei cittadini. I cagliaritani – ha aggiunto – sono stufi di un sistema che rende necessario un accozzo per qualsiasi cosa. Noi abbiamo un’altra idea: chi ha delle buone idee che portano ricchezza e sviluppo deve essere aiutato. Dobbiamo vincere quello che è il vero nemico della Sardegna: la gelosia che porta ad premiare le persone di fuori pur di affossare i sardi più meritevoli”.

Non sono mancate le critiche al sindaco uscente Massimo Zedda, che solo pochi giorni fa ha incassato il sostegno ufficiale del Partito democratico (dalle piste ciclabili spesso inutilizzabili e troppo pericolose ai lavori in corso prolungati che stanno mettendo in ginocchio i commercianti del centro).

Ad un centrosinistra compatto sul nome di Massimo Zedda risponde un centrodestra che invece è ancora in alto mare dopo la fuga in avanti dell’ex forzista. Il nomi in campo sono quelli del deputato di Scelta Civica Pierpaolo Vargiu (Riformatori), proposto dalla lista civica Cambiavento, quello del consigliere comunale Giuseppe Farris e quello dell’avvocato cagliaritano Giandomenico Sabiu.

Ma la corsa per le comunali di Cagliari è appena cominciata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here