25.1 C
New York
venerdì, Ottobre 2, 2020
Web Radio
Home Economia Prestiti bancari: la Sardegna viaggia ai primi posti in Italia

Prestiti bancari: la Sardegna viaggia ai primi posti in Italia

La Sardegna si trova attualmente ai primi posti dopo le regioni Toscana e Friuli Venezia Giulia nella speciale classifica dei prestiti bancari

Il 38% della popolazione sarda ha acceso un mutuo o ha richiesto un prestito alla propria banca di fiducia. La Sardegna – nella speciale classifica dell’indebitamento bancario – si trova attualmente ai primi posti dopo le regioni Toscana e Friuli Venezia Giulia. Mediamente un sardo paga sui prestiti bancari richiesti una rata mensile di circa 306 euro e ha un indebitamento medio di 26.193 euro.

I finanziamenti richiesti sono di varia natura:

  • prestiti finalizzati (46,5%);
  • prestiti personali (37%);
  • mutui (solo il 12,6%).

Tali dati sono stati resi noti dal Crif: la Centrale rischi Finanziari che gestisce il principale Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) presente in Italia. Si tratta di un archivio informatico che raccoglie dati circa i finanziamenti richiesti ed erogati a privati e imprese. Tale istituto, specializzato appunto in sistemi d’informazioni creditizie, e che oggi opera in quattro continenti, ha pubblicato una vera e propria mappa del credito utilizzando i dati di Eurisc, il sistema d’informazioni con oltre 81 milioni di posizioni.

L’indagine ha evidenziato che nel 2016 tra gli italiani è aumentata la propensione a richiedere un finanziamento: a fine anno il 34,6% della popolazione ha fatto domanda per ottenere un prestito o un mutuo (+1,8% rispetto al 2015). Tale percentuale è aumentata fino ad arrivare al 35,4% nel primo semestre dell’anno in corso, con un rimborso mensile medio di 356 euro. Un indicatore che – secondo gli addetti ai lavori – evidenzia un ritorno di fiducia verso il futuro, dopo anni di crisi economica che nella regione Sardegna ha sfiorato la recessione.

L’indebitamento bancario in Sardegna

Con una percentuale del 42% Sassari è la provincia sarda più indebitata, seguita da Olbia Tempio, Cagliari e Sulcis Iglesiente con il 41,6%. Il capoluogo registra l’indebitamento medio più alto, pari a oltre 31mila euro. La zona della Sardegna meno indebitata è il Medio Campidano, con una percentuale del 32,1%. Mentre i sardi che spendono meno ogni mese per rifondere i loro debiti sono i cittadini del Medio Campidano, con una rata pro capite media di soli 277 euro e un indebitamento medio di poco più di 22mila euro.

La tipologia dei prestiti bancari

Ma quali sono i finanziamenti  erogati dalle banche italiane?

In questa infografica realizzata da Finanziamenti e prestiti di IBL Banca è possibile avere una panoramica che consente di conoscere e approfondire le differenze tra le varie tipologie di prestiti bancari disponibili.

In generale si possono distinguere i finanziamenti in base alla durata, allo scopo e alle garanzie che la banca richiede.

  • I finanziamenti a breve termine – che possono essere a revoca o a scadenza entro i 18 mesi – comportano la facoltà unilaterale per la banca di revocarli in qualsiasi momento e implicano il rimborso integrale entro una data prestabilita.
  • I finanziamenti a medio-lungo termine (mutui) prevedono di norma un rimborso rateizzato secondo un piano di ammortamento prestabilito, anche se a volte è possibile il rimborso in un’unica soluzione.

Per ogni finanziamento l’istituto bancario chiede al cliente delle garanzie finalizzate a ridurre il rischio di insolvenza. Garanzie personali, se concesse attraverso fideiussioni, o reali, attraverso la costituzione di pegni su denaro o titoli, come la registrazione d’ipoteche su immobili.

prestiti bancari

Gli incentivi per i giovani imprenditori del Sud

Considerata la persistente difficoltà per le piccole e medie imprese sarde ad accedere al credito e la crescente disoccupazione giovanile che in Sardegna raggiunge vette del 56%, parliamo anche delle recenti misure per incentivare la crescita economica del Meridione, adottate dal Governo con il decreto legge numero 91 del 20/6/2017.

Tale disposizione introduce, in particolare, una misura denominata “Resto al sud” che prevede un finanziamento fino a 50mila euro, di cui il 35% a fondo perduto e il restante 65% sotto forma di prestito a tasso zero, da rimborsare in 8 anni, con tetto massimo di 200 mila euro per ogni singolo progetto.

Tale iniziativa è dedicata ai giovani del Mezzogiorno che non abbiano le risorse economiche per mettersi in proprio e avviare un’attività nell’ambito della produzione di beni nei settori dell’artigianato, industria, pesca e acquacoltura o di fornitura di servizi, compresi quelli turistici (eccetto le attività da libero professionista e del commercio, con esclusione della vendita di beni e prodotti nell’attività dell’impresa).

Questa misura – rivolta a imprenditori under 35 residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia (che ovviamente non abbiano già ottenuto ulteriori sostegni di Stato per l’auto imprenditorialità) si aggiunge ad altre forme di finanziamento poste in campo dal governo per favorire i giovani del sud Italia, tra cui finanziamenti europei, prestiti under 30, incentivi per l’avvio di start up e prestiti per l’imprenditoria femminile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver