25.1 C
New York
domenica, Novembre 29, 2020
Web Radio
Home Archivio Don Milani, Miglio (CES): “Dal Papa uno schiaffo salutare per la Chiesa”

Don Milani, Miglio (CES): “Dal Papa uno schiaffo salutare per la Chiesa”

La visita di Papa Francesco a Bozzolo e Barbiana, i luoghi in cui vissero i due preti scomodi don Lorenzo Milani e don Primo Mazzolari, è uno “schiaffo salutare” alla Chiesa, uno di quegli schiaffi che si danno per un motivo pedagogico. Ma anche l’occasione, per tutta la Chiesa cattolica italiana, di fare un esame di coscienza storico sugli ultimi cinquant’anni della sua vita. Lo ha detto l’arcivescovo di Cagliari Arrigo Miglio, presidente della Conferenza Episcopale Sarda, che ha rimarcato più volte la forza del gesto di Papa Francesco intervenendo ieri al convegno “La Sfida di Don Milani”, organizzato alla Pontificia Facoltà Teologica di Cagliari dall’Ucsi Sardegna per ricordare la controversa figura del priore di Barbiana.

Una figura, quella di don Milani, che come quelle di tutti gli altri preti scomodi che nel corso della storia hanno dato la propria vita per gli ultimi con una forte caratterizzazione “sociale”, ponendosi contro le gerarchie della Chiesa, fa ancora discutere. E divide, con un solco che pare inconciliabile, i fedeli nostalgici di Benedetto XVI, che vorrebbero sacerdoti rigorosi rivolti esclusivamente alla cura delle anime e della liturgia, ed i fautori della Chiesa da campo di Papa Francesco, quella che non esita a sporcarsi le mani e magari pure a dire qualche parolaccia, come capitava a don Milani.

arrigo miglio
Il presidente della Conferenza Episcopale Sarda mons. Arrigo Miglio

E’ proprio questa divisione, sempre più netta e devastante per la Chiesa cattolica, che continua ad essere attualizzata dalla figura di don Lorenzo Milani, ricordata durante il convegno dell’Ucsi da don Felice Nuvoli, docente di Pedagogia all’Università di Cagliari e di Filosofia alla Facoltà Teologica e dal vaticanista Bruno Terlizzo, che ha raccontato il contesto della Chiesa fiorentina degli anni ’50 e ’60 in cui è vissuto Lorenzo Milani.

Del priore di Barbiana è stato messo in evidenza il carattere intemperante che ha portato al suo allontanamento dalle gerarchie ecclesiali e ha determinato il suo trasferimento nello sperduto paesino di Barbiana dove ha fondato la sua scuola popolare ed ha deciso di rimanere fino alla morte. Ma anche la sua lontananza dalla ideologia comunista, alla quale è stato erroneamente avvicinato per la sua propensione alla difesa degli ultimi (sempre che il comunismo sia stata davvero, storicamente, un’ideologia vicina agli ultimi, ndr). Il suo attaccamento alla Santa Messa e alla liturgia, ma anche l’accanimento, non troppo cristiano, con cui don Milani fu trattato dai suoi superiori.

Vorrei far rimarcare la forza del gesto che ha compiuto Papa Francesco – ha ribadito monsignor Miglio –: per me si tratta di uno dei gesti più forti che ha fatto nei confronti della Chiesa italiana. Il fatto che il Papa che prima sia andato da don Mazzolari e poi da Don Milani, due dei preti che più hanno fatto discutere e più hanno avuto problemi con una parte delle gerarchie della Chiesa italiana, non deve essere un gesto guardato con esaltazione, ma al contrario con molta umiltà. Il gesto del Papa è un invito ad un profondo esame di coscienza storico per capire come la nostra Chiesa in questi cinquant’anni si sia barcamenata all’interno della storia. Andando di persona in queste due parrocchie il Papa ci invita a rileggere la storia e ci dà un criterio interpretativo, guardando a queste figure molto diverse che per scelte di vita e contesti, ma alla fine non troppo lontane per il loro movente pastorale. Ho parlato di uno schiaffo salutare – ha concluso Miglio – ma il Papa sa dare gli schiaffi con dolcezza. Credo che stia al mondo cattolico e a tutta la comunità ecclesiale trarre le conseguenze per mettere in evidenza tutta la forza di cambiamento e di conversione che sta nel suo straordinario gesto: una conversione che ora il Pontefice chiede a tutta la Chiesa italiana di portare fino in fondo”.

Alessandro Zorco
Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver