Cagliari, a 26 anni dalla strage una piazza per le vittime del Moby Prince

0
55
vittime del moby prince esplosivo
Il relitto del Moby Prince dopo l'incendio che ha portato alla morte di 140 persone

Una piazza per ricordare le vittime del Moby Prince

Una piazza per le vittime del Moby Prince. Una piazza per ricordare ventisei lunghissimi anni di silenzi, omertà, mezze verità processuali e verità taciute. Cagliari ha deciso di dare il suo contributo alla memoria delle 140 vittime della tragedia avvenuta al largo del porto di Livorno la notte del 10 aprile 1991 (26 erano sarde) intitolandogli la piazza di fronte alla Capitaneria di Porto, tra via Roma e piazza Deffenu.

La cerimonia di intitolazione della “Piazza Vittime del Moby Prince” si terrà venerdì prossimo 7 aprile alle 10 nell’ambito della giornata del ricordo organizzata dal Comune di Cagliari e dalla presidenza del Consiglio Regionale insieme all’Associazione 10 Aprile-Familiari Vittime Moby Prince per ricordare il ventiseiesimo anniversario della tragedia.

Dopo l’inaugurazione della piazza per le vittime del Moby Prince – alla quale saranno presenti oltre le autorità cittadine anche i tre senatori sardi della commissione parlamentare d’inchiesta istituita nel luglio 2015 per fare luce su questa vicenda (Silvio Lai, Emilio Floris e Luciano Uras), i familiari delle vittime e tanti cittadini che condividono questa battaglia di verità e giustizia – alle 11 si terrà in Consiglio Regionale un incontro che ripercorrerà questi ventisei anni, anche grazie al contributo del docufilm “Buonasera, Moby Prince”, realizzato dal giornalista Rai Paolo Mastino, in cui si sviscerano le incongruenze processuali e si propongono alcune possibili verità su una strage rimasta per anni avvolta nel silenzio.

piazza per le vittime del moby prince
La commemorazione dei 25 anni dalla tragedia avvenuta lo scorso anno al Municipio di Cagliari

L’incontro in Consiglio regionale è stato fortemente voluto dal presidente Gianfranco Ganau, a testimonianza di un mutato atteggiamento delle istituzioni di fronte a questa strage rimasta impunita. Un diverso atteggiamento che ha portato, nel luglio 2015, alla istituzione di una commissione d’inchiesta che sta dando finalmente un po’ di luce ad una vicenda estremamente oscura.

Alla proiezione del documentario “Buonasera, Moby Prince” seguirà il dibattito che coinvolgerà i senatori della Commissione Parlamentare e Luchino Chessa, figlio del comandante del Moby Prince Ugo Chessa, in rappresentanza dell’Associazione 10 Aprile-Familiari Vittime Moby Prince. Il dibattito sarà aperto anche agli altri familiari e ai cittadini che vorranno dare un loro contributo e una testimonianza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here