mare aperto 2016

Tre navi della Marina Militare impegnate nella esercitazione Mare Aperto 2016, la rifornitrice Etna e i cacciamine Alghero e Viareggio, faranno sosta nel porto di Cagliari domani, sabato 19, e domenica 20 novembre e potranno essere visitate dalla cittadinanza. Lo annuncia una nota in cui si spiega in cosa consiste l’esercitazione, considerata il più importante evento addestrativo della Marina Militare ed alla quale partecipano circa 3000 uomini e donne e 16 navi, tra cui la portaerei Cavour, oltre a sommergibili, aerei AV8B ed elicotteri e importanti parti dell’Esercito Italiano e dell’Aeronautica Militare.

L’esercitazione Mare Aperto 2016

mare aperto 2016
Il cacciamine Viareggio (foto Marina Militare)

Fino al 25 novembre navi, aerei, forze anfibie e sommergibili provenienti da tutte le basi navali italiane si addestrano nel Mediterraneo centrale nell’esercitazione Mare Aperto 2016 sotto la direzione del Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Donato Marzano a bordo della portaerei Cavour.

La Mare Aperto 2016 – spiega la nota- vede anche la partecipazione di una forza anfibia composta sia dai Fucilieri di Marina della Brigata Marina San Marco che da militari del Reggimento Lagunari Serenissima, del 3° Reggimento Bersaglieri dell’Esercito e degli aerei dell’Aeronautica Militare. L’addestramento congiunto della Marina Militare con le componenti delle altre Forze Armate italiane – si legge ancora nella nota – ha l’obiettivo di migliorare i livelli di efficacia e prontezza operativa e favorire il processo di integrazione sempre più necessario e indispensabile per assicurare la difesa degli interessi nazionali, ovunque essi siano nel mondo”.

La Marina Militare spiega che per dieci giorni uomini e donne imbarcati sulle navi della Marina Militare “sviluppano temi addestrativi nelle principali forme di lotta quali la difesa anti-aerea, antisommergibile e antinave, il contrasto alle attività illegali sul mare e la gestione di situazioni di crisi in scenari di minaccia convenzionale e asimmetrica“.

L’addestramento, finalizzato anche a rinforzare la sorveglianza marittima in una vasta area del Mediterraneo, è caratterizzato da “manovre cinematiche ravvicinate, difesa della forza navale da attacchi aerei e da sommergibili, gestione delle emergenze di bordo, proiezione di una forza anfibia dal mare su terra”.

In occasione della sosta nel porto di Cagliari, la Marina fa sapere che le tre navi Etna, Alghero e Viareggio saranno visitabili dalla cittadinanza sabato 19 novembre dalle 14.30 alle 18 e domenica 20 novembre dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *