25.1 C
New York
lunedì, Novembre 30, 2020
Web Radio
Home Archivio Cardioprotezione: Cagliari e la Sardegna in prima linea

Cardioprotezione: Cagliari e la Sardegna in prima linea

Il migliore defibrillatore in commercio è quello più vicino a chi ne ha bisogno. E’ questa – ha spiegato il presidente della Polisportiva Olimpia Onlus Carlo Mascia – l’idea che sta alla base del progetto di cardioprotezione che dal primo agosto vedrà impegnati i suoi atleti speciali. Fino a metà settembre, il lunedì, il mercoledì e il venerdì tre di loro, insieme ad un responsabile sanitario, percorreranno infatti il Poetto da Marina Piccola al Margine Rosso trasportando uno speciale defibrillatore particolarmente resistente all’acqua e alla sabbia con un carretto simile a quello dei gelati. La presenza del defibrillatore – che ovviamente si spera non debba essere utilizzato – comporterà comunque un aumento esponenziale della sicurezza per i bagnanti che affolleranno la spiaggia dei Centomila.

Il defibrillatore – DAE samaritan PAD 350P donato dalla ditta distributrice EMD118 – è stato consegnato ieri durante una cerimonia che si è tenuta presso lo stabilimento Balneare dell’Aeronautica. Presenti, oltre al Comandante della Base aerea di Decimomannu Mario Martorano e gli atleti della Polisportiva Olimpia presieduta da Carlo Mascia, Simona Buono, referente per la Sardegna della EMD118 che ha donato il defibrillatore, Anna Maria Busia, avvocato e consigliere regionale, e Giovanna Sanna presidente regionale della Croce Rossa Italiana.

cardioprotezione
Simona Buono consegna il defibrillatore agli atleti speciali della Polisportiva Olimpia Onlus

La cardioprotezione in Italia

Ogni anno in Italia 64 mila persone vengono colpite da arresto cardiaco improvviso. Di arresto cardiaco muore una persona ogni 8 minuti, ma il 76% di questi decessi potrebbe essere evitato con una defibrillazione entro cinque minuti. Negli ultimi anni, anche in seguito ad episodi drammatici come quello del giovane calciatore del Livorno Piermario Morosini (aprile 2012) la consapevolezza di una maggiore prevenzione è cresciuta fino all’emanazione del decreto legge Balduzzi che proprio dal 2012 sta cercando di imporre alle società sportive l’obbligo di dotarsi di defibrillatori.  Il termine per adempiere sarebbe dovuto scadere lo scorso 20 luglio, ma è stato ulteriormente prorogato dal ministero della Salute.

Ecco che la prevenzione è ancora demandata alla buona volontà delle associazioni di volontariato. Come nel caso di questa fruttuosa collaborazione tra la Polisportiva Olimpia Onlus e la EMD118, con il supporto della Croce Rossa Italiana che da lunedì prossimo si occuperà della formazione dei volontari.

La Sardegna – ha annunciato Simona Buono – sarà inoltre protagonista di un progetto pilota per la cardioprotezione degli stabilimenti balneari patrocinato dal Sib, il sindacato dei balneari. Un progetto particolarmente importante nel periodo estivo, in quanto non sempre le spiagge italiane possono contare su un ospedale vicino come succede al Poetto di Cagliari.

Particolarmente significativa è stata la presenza della Croce Rossa che oltre a formare le Forze Armate sta portando avanti numerosi progetti di formazione anche dei civili, non solo alla cultura della cardioprotezione, ma anche a quella del massaggio cardiaco. E che, ha spiegato la presidente regionale Giovanna Sanna, auspica una sempre più ampia collaborazione con la Regione Sardegna per portare avanti questi progetti. “Nella prevenzione dell’arresto cardiaco – ha detto la dottoressa Sanna – è importante riconoscere i sintomi per poter essere in condizioni di intervenire in tempo, non solo per consentire ai pazienti di sopravvivere, ma anche di sopravvivere senza danni permanenti“.

E la Regione che fa? Come ha spiegato la consigliera regionale Anna Maria Busia il Consiglio Regionale ha stanziato 400mila euro nell’ultima manovra Finanziaria, ma l’auspicio è quello di un intervento più massiccio per far decollare i progetti di prevenzione dell’arresto cardiaco improvviso che, oltre a salvare molte vite umane, consentirebbero anche un forte abbattimento della spesa sanitaria regionale, ormai arrivata a livelli insostenibili.

La collaborazione tra realtà diverse non è impossibile – ha detto concludendo la cerimonia il comandante Martorano – basta solo un po’ di buona volontà“. Come quella dei ragazzi della Polisportiva Olimpia Onlus che dal 1° agosto inizieranno a battere in lungo e in largo il Poetto per portare avanti questo primo importantissimo progetto di cardioprotezione.

Alessandro Zorco
Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver