figli

Che musica ascoltano i nostri figli? Che video vedono? Quali sono i valori che passano attraverso i mass-media? Come vengono percepiti dai ragazzi? Siamo sicuri di saperlo veramente? Sono alcuni degli interrogativi che saranno trattati nel corso di formazione Quello che (a)i figli non dicono, destinato a genitori, catechisti, educatori, insegnanti allenatori e animatori che si terrà domani, martedì 17 maggio, a Cagliari, con inizio alle 19,30 nel salone della parrocchia di San Paolo.

Il corso sarà tenuto dallo scrittore Marco Brusati, esperto di comunicazione applicata alle esperienze pastorali ed ecclesiali.

figli
La locandina del convegno Quello che (a)i figli non dicono

Quello che (a)i figli non dicono

Laureato in Scienze Politiche, Marco Brusati è direttore generale di Hope-formazione, spettacoli ed eventi al servizio della Chiesa. E’ docente di “Realizzazione di eventi ad elevata valenza etica e sociale presso l’Università degli studi di Firenze, nel master “Pubblicità istituzionale”.

Ha all’attivo la progettazione e la direzione di meeting ecclesiali che hanno visto la partecipazione di oltre 5 milioni di persone. Tra questi il grande Incontragiovani alla G.M.G. di Roma (2000), gli incontri per i pellegrini italiani alle G.M.G. di Toronto (2002),  Colonia (2005), Rio de Janeiro (2013) gli incontri di Papa Benedetto XVI con i giovani a Cagliari (2008), a Torino (2010), l’Incontro mondiale delle famiglie di Milano (2012), gli incontri di Papa Francesco con le famiglie (2013), i fidanzati (2014), la scuola (2014), le società sportive (2014), gli anziani (2014) e i giovani a Torino (2015). Opera costantemente come formatore e conferenziere in Italia e all’estero, in particolare in Spagna e Romania.

Le famiglie, quelle che stanno zitte e crescono figli anche per il futuro di chi non ne fa, sono quotidianamente ferite sui mass-media … dire mamma e papà è diventato il modo migliore per farsi aggredire verbalmente … le famiglie costituzionali sono diventate famiglie “tradizionali”, un aggettivo che ha un’evidente accezione negativa in un mondo che ha come dio il progresso … le famiglie sono raccontate solo come luogo della violenza e non dell’amore e del sacrificio. Marco Brusati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *