rugby

Che il rugby sia portatore di valori universali di solidarietà e rispetto è noto. Basta pensare all’usanza del cosiddetto terzo tempo in cui gli atleti fraternizzano dopo essersele magari date di santa ragione in campo. Ma lo è ancor di più quando insegna ai ragazzi il rispetto dell’ambiente e del prossimo attraverso lo studio e la conoscenza delle buone pratiche civiche. L’Union Rugby Cagliari Asd – ad esempio – sta portando avanti un interessante progetto di rugby educativo in una decina di istituti scolastici cagliaritani e hinterland e per parlare ai ragazzi di sport, regole e valori.

Il rugby educativo

rugby bambini
Piccoli giocatori di rugby impegnati in allenamento

L’ evento di chiusura delle attività che hanno caratterizzato questo percorso educativo sulle tematiche della sostenibilità ambientale è previsto venerdì prossimo, 13 maggio, presso il campo sportivo di Terramaini (ex aeroporto) che ospiterà circa 200 ragazzi.

L’iniziativa – si legge in una nota dell’Union Rugby Cagliari Asd – è patrocinata dal Comune di Cagliari, candidata a Città Europea dello Sport, aderisce alla LET’S CLEAN UP EUROPE promossa dal Ministero dell’ambiente e gode del patrocinio della Regione Sardegna attraverso l’Ente Foreste per promuovere la messa a dimora di UN MILIONE DI ALBERI nel prossimo triennio. La giornata sportiva gode inoltre anche del patrocinio del CTM e della Provincia di Cagliari come evento di interesse per la divulgazione delle tematiche di mobilità sostenibile.

I circa 200 studenti che parteciperanno anche ai laboratori di Trattamento dei rifiuti e di Cucina Solare a cura di Alexander Scano.
Il nostro sport ha l’ambizione di voler contribuire a formare i cittadini di domani prima ancora che veri campioni di oggi”, ha commentato in una nota stampa il presidente dell’Union Rugby Cagliari asd Francesco Primavera: “perché un buon atleta di oggi possa essere certamente un buon cittadino domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *