25.1 C
New York
lunedì, Novembre 30, 2020
Web Radio
Home Archivio Acqua pubblica: pressing via mail sui deputati

Acqua pubblica: pressing via mail sui deputati

Giù le mani dall’acqua, il mio voto va rispettato”. Il Comitato Acqua bene comune prende posizione sulla Legge sull’acqua approdata in questi giorni in Parlamento dopo essere stata profondamente modificata dalla commissione Ambiente della Camera con una serie di emendamenti che ne hanno stravolto gli elementi più importanti lasciando ampi margini alle manovre di privatizzazione dell’acqua. Il Comitato chiede pertanto agli italiani di inviare una mail ai deputati ribadendo “Giù le mani dall’acqua, il mio voto va rispettato”.

La proposta di legge “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico, nonché delega al Governo per l’adozione di tributi destinati al suo finanziamento” è approdata alla Camera dopo essere stata stravolta da alcuni emendamenti del PD approvati in Commissione Ambiente (cliccando questo link è possibile scaricare un documento con il testo originario e quello “modificato” a confronto).

In particolare il Comitato lamenta la cassazione della norma che prevede che la responsabilità primaria dello Stato di garantire la piena realizzazione di tutti i diritti umani resta ferma anche in caso di delega della fornitura di acqua potabile o di servizi igienico- sanitari a enti di diritto pubblico”. E chiede il ritiro del decreto attuativo della legge Madia sui servizi pubblici locali che manifesta la volontà dell’esecutivo di favorire l’ingresso di soggetti privati nel capitale dei gestori e ripristina l’”adeguatezza della remunerazione del capitale investito” nella composizione della tariffa, nell’esatta dicitura che 26 milioni di cittadini con i referendum avevano abrogato.

Camera dei DeputatiIl calendario dei lavori della Camera dei Deputati prevede la prosecuzione della discussione in Aula fino a domani quando sono previste le votazioni finali del testo. Nel frattempo il Comitato Acqua bene comune chiede agli italiani di fare pressione sui deputati con una mail che ribadisce: “Giù le mani dall’acqua, il mio voto va rispettato!”.

Ecco la mail che il Comitato Acqua bene comune propone di inviare ai deputati italiani

Gentile Deputato,

in questi giorni sarà chiamato ad esprimersi sulla proposta di legge Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico, nonché delega al Governo per l’adozione di tributi destinati al suo finanziamento(Atto Camera 2212).

Una legge che la maggioranza, con gli emendamenti approvati in Commissione Ambiente, ha svuotato e ne ha stravolto l’impianto generale cancellando gli elementi più interessanti volti a favorire la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato.

Decine di Deputati hanno deciso, per queste ragioni, di ritirare la propria firma da tale proposta di legge.

Nel frattempo il decreto attuativo della legge Madia sui servizi pubblici locali esplicita la volontà dell’esecutivo di favorire l’ingresso di soggetti privati nel capitale dei gestori e ripristina l’”adeguatezza della remunerazione del capitale investito” nella composizione della tariffa, nell’esatta dicitura che 26 milioni di cittadini con i referendum avevano abrogato.

La invito ad opporsi a questa strategia chiedendo il ritiro della legge sull’acqua e del decreto Madia.

GIU’ LE MANI DALL’ACQUA, IL MIO VOTO VA RISPETTATO!

INDIETRO NON SI TORNA!

APPROVARE LA LEGGE D’INIZIATIVA POPOLARE SENZA STRAVOLGIMENTI!

RITIRARE SUBITO IL DECRETO MADIA!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver