cambiamenti climatici

Condividere conoscenze e tecnologie per una lotta globale ai cambiamenti climatici e per favorire la riduzione delle emissioni nell’atmosfera. E’ l’obiettivo del Memorandum of Understanding, (Under 2 MOU), il protocollo siglato ieri dalla Regione Sardegna insieme alla Lombardia e ad altre regioni italiane in vista della XXI Conferenza mondiale sul clima che si terrà a dicembre a Parigi, dove l’isola interverrà con il presidente Pigliaru nella duplice veste di presidente della Regione e presidente della commissione Enve del comitato delle regioni.

Lotta globale ai cambiamenti climatici

alluvioni manincheddaLa notizia è stata data ieri – dopo la firma del Memorandum – dall’assessore alla Difesa dell’Ambiente Donatella Spano che ha evidenziato come il protocollo sia di rilevanza estremamente strategica per la Sardegna, sempre più consapevole di quanto i cambiamenti climatici abbiano reso vulnerabile una grande parte del territorio sardo.

Il Memorandum of Understanding (Under 2 MOU) testimonia un tentativo della comunità internazionele di affrontare il problema dei cambiamenti climatici in modo cooperativo e attraverso azioni e strategie coordinate a tutti i livelli territoriali.

La Sardegna – ha detto la Spano – è una delle prime regioni italiane ad entrare in questa rete di impegni nazionali e internazionali e, sul piano nazionale, sta svolgendo un importante ruolo di coordinamento tra le regioni italiane nel Tavolo interregionale sulla Strategia di adattamento ai cambiamenti climatici, che – in base alle strategie elaborate lo scorso luglio nel vertice mondiale del Clima dei territori che si è tenuto a Lione – ha l’obiettivo di definire entro il 2016 un Piano strategico di adattamento ai cambiamenti climatici che permetta di ridurre al minimo i rischi di questi mutamenti del clima sul territorio.

Della necessità di affrontare in maniera coordinata le tematiche ambientali e del ruolo fondamentale dell’informazione nel trattare questi argomenti si è parlato durante il convegno su Informazine e Tutela dell’Ambiente organizzato dall’Ucsi Sardegna dal 16 al 18 ottobre scorsi ad Olbia, Tempio e Porto Cervo per ricordare le vittime e i danni al territorio inferti dal ciclone Cleopatra del novembre 2013 e dal recente ciclone Mediterraneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *