25.1 C
New York
sabato, Novembre 28, 2020
Web Radio
Home Archivio Expo Milano: ultime iniziative sarde

Expo Milano: ultime iniziative sarde

Pasta tradizionale, agnello di Sardegna Igp, pecorino Sardo, pecorino Romano e Fiore sardo Dop. Le eccellenze gastronomiche dell’isola sono state protagoniste, nei giorni scorsi, dell’ultima iniziativa organizzata dalla Regione Sardegna nell’ambito di Expo Milano. Una presenza, quella sarda, che ha avuto come leitmotiv lo slogan “Sardegna, Isola della qualità della vita”.

I primi piatti tradizionali della Sardegna, grande veicolo per diffondere anche il consumo di altri prodotti agricoli sardi altrimenti di difficile promozione come il carciofo spinoso o lo zafferano, sono stati al centro della rassegna “Cibi della salute dalla terra dei centenari” che ha chiuso ufficialmente le iniziative sull’agroalimentare organizzate dalla Regione sarda all’Expo Milano.

La Sardegna ad Expo Milano

Qualità del cibo e qualità dell’ambiente, in modo da veicolare un’idea della Sardegna che non sia solo una meta di viaggio ma anche un posto ideale per vivere: è stato soprattutto questo il messaggio che in questi mesi le istituzioni regionali hanno usato per promuovere e comunicare le eccellenze sarde e far conoscere la nostra regione in campo internazionale sfruttando le opportunità dell’Expo Milano. D’altronde la presenza della Sardegna nella cosiddetta blue zone, cioè nell’area con la più alta concentrazione di centenari, è indubbiamente dovuta, oltre che all’ambiente, anche alla varietà e alla qualità dei cibi consumati nella nostra isola.

Ma il cibo e l’ambiente, per quanto essenziali, non sono le sole cause della qualità della vita in Sardegna. Per questo, la presenza dell’isola all’esposizione milanese non si è limitata solo ad una vetrina dei prodotti enogastronomici. In questi mesi sono state messe in mostra anche le produzioni artigianali tipiche dell’isola. E anche nell’ultimo week end, nei chiostri di San Barnaba, sono stati esposti i prodotti di una prestigiosa delegazione di imprese artigiane sarde, soprattutto provenienti dal Nord Sardegna: prodotti della ceramica, del tessile, del marmo, della pietra, del ferro battuto e del sughero.

La qualità della vita in Sardegna – si legge in un comunicato che segnala la partecipazione delle aziende artigiane all’esposizione milanese – si trova infatti anche nei prodotti dell’artigianato che esprimono “un legame inscindibile fra arte e territorio ed esprimono la cultura, la storia e l’identità della Sardegna”.

Ora, con la chiusura dell’esposizione di Milano, si cercherà di capire – al di là delle conferenze e dei comunicati stampa – quale sarà il concreto ritorno economico per la Sardegna di questa partecipazione ad Expo Milano. Dal principio la Regione Sardegna aveva specificato che il significato della presenza della Sardegna al’esposizione meneghina non era in alcun modo legato alla presenza fisica delle aziende sarde negli spazi espositivi. Quel che si voleva veicolare ed esportare all’estero, era stato anticipato, era una idea di Sardegna come terra dove vive bene, in modo da favorire gli arrivi dei turisti internazionali (che sempre più stanno scegliendo la Sardegna come méta delle loro vacanze) e soprattutto favorire l’esportazione dei prodotti tipici sardi.

Insomma Expo Milano, che si chiuderà ufficialmente il 31 ottobre, potrebbe essere un punto di partenza perché le piccole imprese artigiane sarde, notoriamente chiuse e poco propense all’export, riescano finalmente ad aprirsi all’esterno, coltivando relazioni e scambi commerciali con i mercati internazionali e possibilmente facendo anche un po’ di rete tra loro.

Alessandro Zorco
Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver