Pasta

Le calamità naturali oltre a causare rabbia e disperazione hanno spesso la capacità di suscitare una grande ondata di solidarietà e di risvegliare le nostre coscienze. Ce ne siamo accorti in Sardegna durante le ultime terribili alluvioni. Ma succede dappertutto. Ed è accaduto anche nel beneventano dove nella notte tra il 14 e il 15 ottobre si è abbattuto un violentissimo nubifragio che ha colpito un pastificio che, nel cuore della cittadina di Benevento, rappresenta dal 1846 una delle eccellenze del made in Italy: il Pastificio Rummo.

In una notte tutti gli impianti produttivi del pastificio Rummo sono stati invasi dall’acqua e dal fango ed ora centinaia di persone che lavorano per l’azienda rischiano di perdere il posto di lavoro. Tutto il web si è immediatamente mobilitato per aiutare l’azienda Rummo, sui social network è comparso l’hasthag #saverummo.

Petizione per salvare il Pastificio Rummo

Da segnalare l’iniziativa di uno chef, Federico Francesco Ferrero, vincitore della terza edizione di MasterChef Italia, che ha proposto che per due mesi le mense di tutte le scuole italiane utilizzino esclusivamente la pasta Rummo per i loro primi piatti.

Rummo mense scolasticheE’ una iniziativa che oltre alla giusta solidarietà verso un’azienda storica che sta rischiando di scomparire, pone l’accento sulla qualità del cibo che viene distribuito ai bambini delle mense scolastiche, spesso e volentieri di scarsa qualità.

“Negli ultimi due anni ho girato le scuole italiane per parlare di gusto – ha spiegato lo chef Ferrero, che ha affidato la sua proposta ad una petizione online rivolta al ministero dell’Istruzione e ai Presidenti di tutte le Regioni italiane, ai Presidi e a tutte le mamme – ma non sempre i cibi distribuiti nelle mense scolastiche sono apprezzati dagli studenti”. A fare la differenza – secondo Ferrero – sono soprattutto le materie prime utilizzate nelle mense scolastiche che non sempre sono di prima scelta.

“Sarebbe bello che per i prossimi due mesi le mense di tutte le scuole italiane utilizzassero la pasta Rummo per preparare i primi piatti per gli studenti – sostiene Ferrero -: questa azione darebbe un aiuto al pastificio Rummo e ai suoi dipendenti e contribuirebbe sicuramente a migliorare la qualità del cibo distribuito nelle mense scolastiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *