wine and sardinia

Diciassette cantine provenienti da tutta la Sardegna parteciperanno sabato e domenica a Sorgono alla seconda edizione del Salone dei Vini – Wine and Sardinia. Padrino  dell’evento, inserito negli appuntamenti delle Cortes apertas di Sorgono interamente dedicati alla vendemmia e al vino, sarà il regista Salvatore Mereu, autore di Ballo a tre passi, Sonetàula e Bellas Mariposas.

Cos’è Wine and Sardinia

Promossa dalla Pro Loco e dal Comune di Sorgono e patrocinata dal ministero per le Politiche agricole, dalla Regione sarda e dalla Comunità montana Gennargentu Mandrolisai con il finanziamento della Fondazione Banco di Sardegna, Wine and Sardinia è stata inserita nell’ambito della manifestazione Autunno in Barbagia dedicata  alla vendemmia tradizionale di Sorgono, Sa Innenna. 

In una superficie di circa 400 metri quadrati il Salone del Vino – Wine and Sardinia sarà un punto di incontro tra addetti ai lavori, produttori, ristoratori e appassionati dove saranno esposti e potranno essere degustati i vini provenienti da tutta l’isola.

La partecipazione del regista Salvatore Mereu – hanno spiegato gli organizzaztori della manifestazione – vuole essere la dimostrazione della capacità del vino di diffondere i valori culturali e identitari della Sardegna. Sotto questo profilo, Sorgono, punto geograficamente centrale dell’isola, ha l’ambizione di diventare anche il punto di riferimento regionale delle realtà vitivinicole dell’isola.

Il concorso enologico

wine and sardiniaTra le iniziative in programma, domenica 25 ottobre la premiazione dei 16 vini vincitori al secondo Concorso Enologico Wine and Sardinia che, lo scorso luglio, ha riunito a Sorgono una giuria di elevata qualità presieduta dall’enologo Roberto Cipresso, da Ruben Larentis, direttore di produzione delle Cantine Ferrari, e dai giornalisti sommelier Marco Pozzali e  Pierluigi Gorgoni.

Proprio Gorgoni ha fornito un prezioso assist alla manifestazione Wine and Sardinia descrivendo in questo modo il Mandrolisai in un articolo apparso sulla sezione Food&Wine dell’Espresso on line:

«un luogo che adesso, almeno rispetto al vino, diventa nuovo fulcro della enologia regionale, non solo per quello che le sue produzioni sapranno rappresentare presto, ma per quello che qui da due anni si muove».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *