25.1 C
New York
lunedì, Novembre 23, 2020
Web Radio
Home Archivio Scorie nucleari in Sardegna: costi troppo alti?

Scorie nucleari in Sardegna: costi troppo alti?

E’ ancora avvolta nel mistero la localizzazione del Deposito nazionale di scorie nucleari che dovrà essere realizzato in Italia entro il 2024. Dopo le recenti affermazioni del deputato di Unidos Mauro Pili che qualche settimana ha denunciato un blitz nell’Oristanese di una delegazione della commissione che dovrà scegliere il sito definitivo (blitz però smentito) ora è la tv di Stato che smentisce che la Sogin, la Società governativa che gestisce gli impianti nucleari, l’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e l’Enea (Agenzia nazionale Efficienza Energetica) possano scegliere la Sardegna per costruire il deposito. La causa sarebbe l’alto costo dello stoccaggio delle scorie nucleari nell’isola. Ma questa ennesima notizia non convince il Comitato Nonucle-Noscorie coordinato da Bustianu Cumpostu che, appresa la notizia dal Tg3, ha confermato gli impegni già programmati dal comitato, compreso un sit-in e seminario che si terrà a Bruxelles e ha annunciato che manterrà comunque alta la vigilanza sul territorio e la mobilitazione dei cittadini.

Il comitato anti scorie nucleari

Scorie nucleariIl comitato non crede che a salvare la Sardegna dal pericolo nucleare siano stati gli alti costi che l’operazione avrebbe comportato – si legge in un comunicato stampa – ma sia stata l’ostilità ambientale creata in Sardegna dalla immediata mobilitazione del Comitato NONUCLE-NOSCORIE  che non solo ha chiamato i sardi alla mobilitazione collettiva ma ha coinvolto le istituzioni regionali, comunali ed ecclesiastiche.

Che la notizia sia vera o no, sappia il governo che in nessun caso i sardi rinunceranno alla tutela della volontà già espressa dal popolo sardo. Volontà di indisponibilità al nucleare dichiarata con chiarezza, non solo con la mobilitazione di massa ma anche con atti ufficiali che più volte il Comitato Nonucle-Noscorie si è premurato di ricordare. Referendum, Leggi e Ordini del Giorno Regionali, Delibere dei Comuni e delle Province, Determinazione della Conferenza Episcopale Sarda.

Questa notizia – conclude la nota –  ci conferma che qualche volta  la volpe è costretta a rinunciare all’uva, non perché l’uva non è matura, ma perché qualcuno glielo impedisce. Questa volta ad impedirlo alla volpe italiana è stato un popolo, il popolo sardo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver