Lattiero caseario

In tempi brevi potrebbe nascere in Sardegna la prima organizzazione Interprofessionale del settore lattiero caseario ovino finalizzata ad una programmazione equilibrata attraverso politiche mirate di commercializzazione e di valorizzazione della qualità delle produzioni in tutti i mercati. Lo ha dichiarato l’Assessore dell’Agricoltura Elisabetta Falchi incontrando a Santa Giusta, nella sede dell’Agenzia Argea, i rappresentanti delle organizzazioni dei produttori, delle associazioni di categoria, del mondo della cooperazione, degli industriali e dei consorzi di tutela dei formaggi dop.

La riforma del settore lattiero caseario

Lattiero casearioIl confronto fa parte di una serie di incontri sul nuovo quadro normativo in tema di organizzazioni interprofessionali nel settore lattiero caseario ovino che si sono resi necessari in vista dell’attuazione della riforma degli organismi che riuniscono le diverse anime del comparto lattiero caseario, un settore fondamentale nell’ampio contesto dell’agroalimentare in Sardegna.

La Regione, che sostiene con convinzione tutto il percorso dell’interprofessione, intende anticipare in termini operativi le indicazioni che arriveranno dal ministero delle Politiche Agricole per essere pronta a far valere le ragioni del settore lattiero caseario, uno dei punti di forza dell’apparato produttivo della Sardegna“, ha detto l’assessore Falchi.

Dall’incontro è scaturita la decisione di dare vita a un gruppo di lavoro composto da 12 persone in rappresentanza di tutte le organizzazioni del comparto. Il gruppo ristretto dovrà  valutare tutti gli aspetti relativi al ruolo, attività e ambito territoriale dell’organizzazione interprofessionale che dovrà avere, alla fine del percorso, il riconoscimento del Ministero delle Politiche Agricole.

Redazione Blogosocial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *