Filigrana sarda

C’è anche la filigrana sarda tra le eccellenze artigiane per le quali l’Europarlamento ha dato il via libera all’estensione della tutela Igp. L’assemblea di Strasburgo ha infatti avviato le procedure per l’associazione al marchio “Indicazione geografica protetta” per oltre 800 prodotti artigianali europei, tra cui la filigrana sarda, che potrebbe favorire l’apertura di interessanti prospettive commerciali per le imprese artigiane della Sardegna.

Dopo il voto a stragrande maggioranza dell’Europarlamento toccherà ora alla Commissione Europea dar seguito a un conseguente provvedimento.

L’estensione delle indicazioni geografiche alle eccellenze artigiane aumenterebbe la tutela della qualità, valorizzando una delle produzioni maggiormente legata a cultura e identità isolane –ha commentato l’assessore del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Sardegna, Francesco Morandi riferendosi all’IGP per la filigrana sarda -. La possibilità di chiederne il riconoscimento per le espressioni nelle varie categorie merceologiche, offrirebbe un’ulteriore opportunità da valutare con gli operatori“.

Non solo filigrana sarda: la Regione Sardegna punta al rilancio di tutto il comparto artigiano artistico tradizionale

Il riconoscimento della filigrana sarda, secondo l’assessore Morandi, non è che il primo passo verso un rilancio dell’intero comparto dell’artigianato artistico tradizionale che rappresenta uno dei fiori all’occhiello dell’economia sarda. Un settore che purtroppo registra da anni un preoccupante calo di fatturato e di occupati, anche a causa delle frequenti frodi e contraffazioni e che necessita di un marchio forte che distingua i prodotti sardi (non soltando la filigrana sarda) dagli altri (in questo senso andava il protocollo d’intesa che la Cna Sardegna ha siglato qualche anno fa con l’Anci, proprio per sensibilizzare i comuni isolani a tutelare l’attività artigianale artistica e tradizionale dall’uso improprio del nome Sardegna).

Abbiamo elaborato un ambizioso progetto di rilancio dell’artigianato artistico, tradizionale e di design all’interno del quale il marchio ‘Isola’ rappresenterà un valore aggiunto da rafforzare e condividere con i produttori. La capacità di investire, coniugare innovazione e tradizione e di intrecciare i valori identitari – ha concluso Morandi – rappresentata dall’artigianato associato al settore turistico, consente di ripensare il modo di stare sul mercato e di orientarsi su nuovi strumenti per l’internazionalizzazione e l’e-commerce“.

Redazione Blogosocial

Di Alessandro Zorco

Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *