Scuola Sardegna

Un investimento da 19 milioni di euro per migliorare le competenze degli studenti e contrastare la dispersione scolastica che oggi raggiunge in Sardegna il 24,7% contro una media nazionale del 17. La Regione ha dato il via al progetto “Tutti a Iscol@” che prevede alcune linee di intervento: scuole aperte, inclusione e sostegno psicologico e miglioramento dell’apprendimento di base.

La Sardegna è tra le regioni italiane con il più alto livello di abbandono scolastico – ha detto l’assessore della Pubblica Istruzione Claudia Firino – con una percentuale del 24,7% contro una media nazionale del 17%. Anche per ciò che concerne le percentuali di difficoltà di apprendimento c’è stato un aumento negativo negli ultimi anni, che fa registrare un 27% nella lettura e un 33% in matematica“.

Il progetto Tutti a Iscol@

iscol@Il progetto “Tutti a Iscol@” è rivolto agli istituti che fanno registrare le maggiori percentuali di abbandono e con studenti che si trovano in particolari situazioni di difficoltà e svantaggio.

Per rafforzare i processi di apprendimento degli studenti, fa sapere la Regione, sono previsti progetti integrativi, oltre l’attività didattica ordinaria, che serviranno a favorire la piena inclusione dei ragazzi nell’ambiente scolastico. “Per realizzare questo tipo di attività extracurriculari – ha aggiunto l’assessore Firino – sarà indispensabile che gli istituti abbiano una dotazione di personale aggiuntivo sia docente che Ata”.

Il programma “Tutti a Iscol@” mira a colmare il deficit di competenze che spesso danno luogo anche a fenomeni di abbandono ed è rivolto soprattutto alle scuole secondarie di I grado e al biennio delle scuole superiori di secondo grado.

Abbiamo previsto azioni strutturate – ha spiegato la Firino – per il recupero delle competenze di italiano e matematica. L’immissione di nuovi docenti nelle scuole servirà a dare supporto ai professori ordinari nell’uso delle nuove tecnologie finalizzate alla didattica, e a studiare nuove strategie di insegnamento e apprendimento. Con un investimento di 9 milioni saranno potenziate le nuove tecnologie e i nuovi linguaggi con i quali gli studenti, lavoratori di domani, dovranno confrontarsi”.

Il progetto “Tutti a Iscol@” stanzia 4,5 milioni di euro per ampliare l’offerta formativa con progetti e percorsi extracurriculari. “La scuola – ha sottolineato l’assessore Firino – è uno dei nuclei centrali di una comunità e deve essere chiamata a fare fortemente rete con il territorio, garantendo la sua apertura e dando continuità all’operato delle classiche ore di lezione della mattina. Saranno previsti laboratori didattici con la realizzazione di prodotti digitali multimediali come siti web, blog, narrazioni digitali”.

All’interno di “Scuole aperte” sono state individuate azioni pilota innovative. “Puntiamo molto sulla diffusione del coding – ha ricordato l’assessore – alla luce anche del recente accordo tra la Regione Sardegna e Codecademy, per favorire sempre maggiori competenze nel campo della programmazione. E sperimenteremo il Fab Lab: laboratori in piccola scala di digital fabrication, per dare sostegno alla formazione tecnica, molto debole nelle scuole superiori”.

Il dialogo tra gli studenti e tra alunni e docenti, appartenenti a culture e condizioni sociali diverse – ha sottolineato – è molto importante e serve a combattere qualsiasi forma di discriminazione. Per fare questo sono stati messi in campo 5,5 milioni di euro, ed è stata attivata una collaborazione con l’ordine degli psicologi che saranno i professionisti che si occuperanno del sostegno ai ragazzi e alle famiglie e al superamento degli ostacoli psico-sociali, favorendo l’inclusione”.

Infine per il Piano straordinario di edilizia scolastica è stata trasformata la Struttura di missione in Unità di progetto Iscol@ che ha, tra le altre, la funzione di programmare gli interventi di riqualificazione degli edifici scolastici, dare supporto agli Enti locali per gli interventi sugli stabili e favorire il coordinamento delle strutture competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *