Sardegna Bielorussia

Rafforzare gli scambi scientifici e economici tra Sardegna e Bielorussia e aprire nuovi mercati per i prodotti agroalimentari sardi: con questo obiettivo ieri nel palazzo della Regione in viale Trento, il vice presidente della Giunta regionale Raffaele Paci e l’assessore dell’Industria Maria Grazia Piras hanno incontrato una delegazione proveniente dal paese dell’est europeo che ha partecipato al forum italo-bielorusso “The quality of the food and the conquest of new markets. – The role and cooperation in scientific research aimed to the development of enterprises of our two countries”, ospitato da Porto Conte Ricerche.

Da incontri come questi, così concreti e così lontani dai rituali di occasioni simili, possono scaturire buone cose per la Sardegna e la Bielorussia – ha detto il vice presidente Paci alla delegazione, composta da esponenti del mondo accademico, della pubblica amministrazione e del mondo imprenditoriale – Da oggi iniziamo a portare avanti un ragionamento comune, coinvolgendo tutti i settori dell’amministrazione regionale, per concludere quanto prima accordi di collaborazione scientifica e di scambio economico vantaggiosi per entrambe le parti”.

Il gemellaggio con la Bielorussia

Sardegna BielorussiaIl vostro paese rientra perfettamente nel piano di internazionalizzazione delle imprese sarde che stiamo portando avanti – ha aggiunto l’assessore Piras definendo la Bielorussia “storico interlocutore della nostra Regione sotto il profilo della solidarietà” -. Noi abbiamo particolare interesse a esportare i nostri prodotti agroalimentari e la Bielorussia cerca soprattutto agroalimentare: su queste basi possiamo stringere rapporti e scambi interessanti”.

Oltre all’agroalimentare, in particolare i prodotti caseari, l’obiettivo del Forum di Porto Conte è stato quello di favorire lo scambio reciproco di Know- how, promuovere l’internazionalizzazione del nostro territorio, con particolare riguardo al settore dell’agroalimentare (soprattutto prodotti caseari e carni) e del ITC (avvio di collaborazioni tra centri di ricerca). Quest’ultimo punto è nel solco dell’accordo di collaborazione stipulato nel 2012 tra la Regione Sardegna (Sardegna Ricerche) e il Parco delle Alte tecnologie di Minsk (HI TECH PARK of Belarus), con il quale si è inteso promuovere la cooperazione anche nel campo della tecnologie e delle altre attività a carattere innovativo.

“La costruzione di un’alleanza scientifico – commerciale col paese dell’Est – si legge in una nota della Regione Sardegna – è di particolare interesse per la nostra Regione, soprattutto in virtù dell’adesione della Bielorussia alla Unione Doganale e allo Spazio Economico Comune con la Federazione Russa e il Kazakistan, che permetterebbe l’ingresso nel più ampio mercato russo senza l’imposizione di alcuna imposta doganale. Inoltre lo scenario economico bielorusso è particolarmente favorevole in questo momento per i partner commerciali esteri, grazie soprattutto all’attuazione di un vasto piano di privatizzazione che interessa il 90% delle imprese statali, all’avvio di un processo di semplificazione burocratica e alla presenza di un mercato con alte potenzialità di crescita in un contesto di scarsa competizione”. (Redazione Blogosocial)

Fonte: Regione Sardegna

Di Alessandro Zorco

Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *