Regione Sardegna

Due “regioni decentrate” come la Sardegna e la Repubblica d’Armenia, accomunate “da una forte identità locale e da grande affinità culturale” hanno grandi possibilità di cooperazione e scambio economico. Se ne è parlato questa mattina a Cagliari durante l’incontro che si è svolto nella Presidenza della Regione, in viale Trento, tra il vicepresidente della Giunta regionale Raffaele Paci e l’ambasciatore della Repubblica di Armenia Sargis Ghazaryan, giunto in Sardegna per una iniziativa di approfondimento dedicata al genocidio armeno che si terrà fino a domenica prossima a Mandas in occasione del Festival internazionale della letteratura di viaggio D.H.Lawrence. Appassionato di iconografia, l’ambasciatore d’Armenia ha voluto visitare anche l’Accademia Santu Jacu che l’iconografo Michele Antonio Ziccheddu ha fondato a Mandas insieme a sua moglie Emanuela.

L’agroalimentare e l’hi-tech – si legge in una nota della Regione – sono i settori economici nei quali l’Armenia potrebbe diventare, per le imprese sarde, la porta d’ingresso ideale verso il nascente mercato libero dell’Unione economica eurasiatica, forte dei suoi 70 milioni di potenziali consumatori.

Durante l’incontro il vicepresidente Paci ha sottolineato come proprio l’internazionalizzazione delle produzioni agroalimentari e il potenziamento del settore ICT siano punti cardine dell’azione della Regione per i prossimi anni, inseriti sia nel programma di specializzazione intelligente S3 sia nel programma European Neighborough Policy (ENP) di cui la Sardegna è coordinatrice.

Soprattutto per quanto riguarda l’innovazione tecnologica – si legge nella nota della Regione – l’area di Cagliari ha storicamente un solido cluster ICT che può creare nuove occasioni di collaborazione con i tanti centri di ricerca aperti in Armenia ai tempi dell’URSS e rimasti attivi e all’avanguardia negli ultimi vent’anni.

In mattinata l’ambasciatore della Repubblica di Armenia ha partecipato anche ad altri incontri con il coinvolgimento delle Camere di commercio e delle associazioni di categoria, finalizzati ad  approfondire e consolidare questa prima apertura di dialogo tra Regione e Repubblica armena.

La visita dell’ambasciatore della Repubblica d’Armenia all’Accademia di iconografia Santu Jacu

Ambasciatore ArmeniaLa visita dell’Ambasciatore della Repubblica d’Armenia non si è limitata alla discussione strategica sul futuro e sull’innovazione.  Grande appassionato di iconografia cristiana, Sargis Ghazaryan ha voluto fare visita all’Accademia di Iconografia Santu Jacu che l’iconografo Michele Antonio Ziccheddu ha fondato a Mandas insieme a sua moglie Emanuela, visitando con molto interesse la mostra permanente di iconografia ospitata nei locali dell’accademia.

Ci ha colpito e impressionato la sua capacità di cogliere l’importanza e capire il valore del progetto che stiamo portando avanti – hanno spiegato Michele Ziccheddu ed Emanuela. “Ci hanno fatto molto piacere le parole di incoraggiamento che, oltre ad averci espresso a voce, ha voluto lasciare anche nel libro degli ospiti: “Grato e impressionato dai vostri sforzi di conservazione e dall’opera estremamente attuale tesa a tramandare per i millenni a venire ciò che fu nei millenni passati” (Sargis Ghazaryan, Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia.)

Di Alessandro Zorco

Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *