25.1 C
New York
martedì, Novembre 24, 2020
Web Radio
Home Archivio Mario, il volto nuovo della politica sarda

Mario, il volto nuovo della politica sarda

E’ considerato il volto nuovo della politica sarda. Concreto, risoluto, pragmatico. Non conosce le mezze misure. E ha le idee molto chiare. Mario aspira alla carica di consigliere regionale. Lo abbiamo intervistato in esclusiva per chiedergli cosa intende fare per dare il suo contributo per un salto di qualità della politica sarda: gli abbiamo chiesto qual è il suo programma di governo, quali sono i suoi obiettivi e soprattutto che cosa intende fare concretamente per risolvere i problemi cronici della Sardegna.

Mario

Mario, come è nata l’idea di candidarsi alle prossime elezioni regionali?

Con il consenso che ho già sul territorio ho molte probabilità di essere eletto alle prossime elezioni. Con tutte le promesse che ho fatto….

Perché, cosa ha promesso?

Autorizzazioni, nulla osta, posti di lavoro. Un po’ di tutto. Ma soprattutto posti di lavoro.

Effettivamente la disoccupazione è un gravissimo problema in Sardegna. Mario, come intende risolverlo?

Sicuramente l’elezione in Consiglio regionale mi consentirà di ottenere un lavoro poco impegnativo e ben remunerato. Credo che lo stipendio si aggiri intorno ai 9mila euro al mese. Direi che il problema della disoccupazione sarebbe perfettamente risolto, almeno per i prossimi cinque anni.

La Sardegna è una delle regioni con il maggior tasso di giovani che non lavorano…

Effettivamente la disoccupazione giovanile è una vera e propria piaga sociale per la Sardegna. Una volta eletto intendo immediatamente pensare alla sistemazione di mio nipote.

In Sardegna si sente molto forte anche il problema della disoccupazione femminile. Mario, cosa farà a garanzia delle pari opportunità?

Effettivamente, ora che mi ci fa pensare, anche mia cognata sta cercando lavoro…

Parliamo di trasporti. Anche questo è un problema annoso per la nostra regione. Mario, come intende risolverlo?

Con la mia elezione risolverò agevolmente il problema dei trasporti. Ho infatti intenzione di cambiare la mia vecchia utilitaria con un grosso suv. Probabilmente cambierò anche l’auto di mia moglie.

E i costi della benzina?

I costi della benzina sono effettivamente molto alti. Credevo che il carburante si potesse acquistare in gran quantità con i fondi pubblici ma putroppo ho scoperto che non è così. Non si può neppure aggiustare l’auto privata con la carta di credito del Consiglio regionale. Ma con il dialogo e il buon senso troveremo sicuramente una soluzione.

La continuità territoriale non funziona. Per i sardi raggiungere il Continente è molto difficile e oneroso. Mario, qual è la sua proposta?

Sicuramente raggiungere il Continente in aereo è diventato molto più difficile da quando il Consiglio regionale ha abolito i biglietti aerei gratuiti per gli onorevoli e per le loro famiglie. Una volta eletto mi adopererò per ripristinarli immediatamente.

La casa rappresenta un serio problema per molte famiglie sarde, Mario. Quali saranno le sue politiche abitative?

Sicuramente la casa dove abito attualmente è troppo piccola. Cercherò una sistemazione più adeguata. Magari una villetta.

Un altro problema della Sardegna è l’alto costo dell’energia: cosa intende fare?

In effetti il costo della bolletta incide molto nel budget familiare. Se verrò eletto intendo realizzare nella mia nuova casa un impianto fotovoltaico con i contributi regionali.

Parliamo di telecomunicazioni. Mario, cosa farà per ovviare al digital divide? E’ assurdo che nel 2015 molti sardi non possano usufruire dei mezzi di comunicazione.

È vero. Fino a pochi anni fa il nostro Consiglio regionale forniva gratuitamente il computer agli onorevoli e gli pagava le spese telefoniche. Ora questi servizi sono stati eliminati con una grave penalizzazione. Cercherò di far fronte a questa ingiustizia.

Mario, come intende affrontare il problema dei migranti che stanno arrivando in Sardegna?

Effettivamente è necessario un intervento urgente. Conto di prendere a servizio una colf di colore. Ovviamente in nero.

L’economia della Sardegna si regge sul turismo. Mario, qual è il suo programma per valorizzare questo settore strategico?

Il turismo è molto importante per noi sardi. Per questo, una volta eletto, ho intenzione di viaggiare molto. Conto di ripristinare anche le indennità di missione che il Consiglio regionale fino a qualche anno fa elargiva ai consiglieri per rimborsare le spese di viaggio. Per prima cosa organizzerò una missione a Santo Domingo.

Parliamo di sanità. I pazienti sardi sono costretti ad attese lunghissime prima di poter fare un esame medico. Come superare questa drammatica situazione?

Certo, la situazione è grave ma ritengo che con le conoscenze e gli appoggi giusti ognuno di noi possa tranquillamente eliminare le code e le liste d’attesa.

E le pensioni? Mario, per molti sardi sono un miraggio…

Se sarò eletto conto di risolvere definitivamente il problema delle pensioni entro i prossimi tre anni, quando scatterà il mio diritto al vitalizio.

Oggi in tanti si stanno occupando di archeologia. I giganti di Mont’e Prama sono rimasti per quaranta anni nascosti negli scantinati di un museo. Mario, se sarà eletto cosa farà per valorizzare l’archeologia sarda?

È una vera vergogna che la Sardegna non valorizzi e metta in mostra il suo enorme patrimonio storico archeologico e culturale. Io ad esempio mostro sempre a tutti gli amici che vengono a casa la mia collezione di bronzetti nuragici originali. Io amo molto la storia e il patrimonio della mia terra.

Ma in definitiva, qual è la sua ricetta per risollevare l’economia della Sardegna?

Credo che ogni sardo debba contribuire alla crescita economica e alla rinascita della nostra regione. Per questo appena sarò eletto cambierò immediatamente tutti i mobili del mio ufficio in Consiglio regionale, in modo che tutti i contribuenti possano partecipare a questa spesa.

Per concludere, Mario, vuole dire qualcosa ai suoi elettori? Qual è il suo appello?

Vorrei incoraggiare tutti i sardi: uscire dalla crisi è possibile, serve una buona politica.

Alessandro Zorco
Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver