25.1 C
New York
domenica, Novembre 1, 2020
Web Radio
Home Cultura S'acchixedda, la faccia profana del Ferragosto

S’acchixedda, la faccia profana del Ferragosto

E’ la faccia profana del Ferragosto. La tradizione cristiana celebra il 15 agosto la festa della Vergine Assunta, la più antica delle feste mariane, che in Sardegna ha un grandissimo seguito popolare. A Cagliari  l’Assunta è venerata nella Cattedrale dove viene esposto il simulacro della Vergine Dormiente, a Sassari è salutata con la discesa dei Candelieri, così come a Nulvi e ad Iglesias. Da secoli a Guasila, paese della Trexenta celebre per il maestoso Santuario dedicato alla Vergina Assunta, all’alba del 14 agosto si tiene un caratteristico rito pagano dalle forti radici agro-pastorali: S’acchixedda, la cattura della giovenca.

S’acchixedda di Guasila

S’acchixedda è stata studiata dallo scrittore cagliaritano Adriano Vargiu, esperto delle tradizioni popolari della Sardegna, che su questa festa popolare ha scritto un interessante saggio (sotto la copertiuna della seconda edizione del 1985).

S'acchixedda

S’acchixedda – spiega il prof Vargiu – è una prova di grande abilità e forza alla quale possono partecipare solo gli scapoli. Ma senza spargimento di sangue: “L’animale viene messo a disposizione da un proprietario e dopo la cattura viene restituito, vivo, naturalmente. Prima invece una volta catturato, era macellato e la carne distribuita ai poveri del paese.

S’acchixedda ha luogo all’alba del 14 agosto, al sorgere del sole. Nei giorni che la precedono, priore e obrieri girano per Guasila invitando la popolazione col seguente bando:

“Nosu seus benius cumenti si usada e costumada a fai sciri ca cras’ mengianu s i curridi s ‘acchixedda in( segue la località, diversa ogni anno) . Si beninti fainti cumpagnia a nosu e onori a sa Santa”.

Noi siamo venuti, come si usa, secondo la tradizione, a informarvi che domani mattina si corre s’acchixedda (ha luogo cioè la cattura della giovenca), in (viene indicata fa località). Se venite ci fate compagnia e onorate l’Assunta“.

Sotto la vigilanza del priore e degli obrieri, tanti cavalieri, con un laccio in mano, partecipano al rito secolare. La giovenca viene portata su un camioncino nel luogo prescelto, poi viene liberata.

I cavalieri partono al galoppo per inseguirla. Vince chi fa cadere il laccio solo sulle corna: s’acchixedda a corrus límpius.

La giovenca viene legata e caricata a forza su un carro “sardo, tutto dipinto di verde, il colore contro il malocchio”. Viene sistemata scosciata, con le zampe avvolte nel mirto (pianta molto usata nei riti pagani).

Il carro tirato da grossi buoi fa il suo ingresso trionfale nel paese, dove al vincitore viene consegnato il premio: un fazzoletto di seta, unu muccadori ‘e seda, su una canna fresca.

S'acchixedda di GuasilaLo scapolo vincitore de s’acchixedda viene nominato cavaliere dell’anno. E la tradizione vuole che dovrebbe sposarsi entro l’anno.

Nel carro de s’acchixedda vengono sistemati alcuni simboli: i limoni sulle corna dei buoi – usanza documentata persino dai bronzetti nuragici – simbolo di fecondità; la ghirlanda di fiori di carta al collo; lo specchietto contro gli spiriti maligni sulla fronte della giovenca catturata.

Poi nella piazza della chiesa, il sacerdote benedice, con la canna fresca cui è legato il fazzoletto della vittoria, sia il vincitore che gli animali. “La canna fresca – racconta Vargiu – è il simbolo della giovinezza, della forza. Sotto la furia degli elementi si piega, ma non si spezza. Cresce dappertutto, rigogliosa. E il suo verde, sotto il forte vento estivo, nella terra arsa di agosto, ricorda il verde della campagna nel pieno della sua stagione”.

Le fotografie presenti in questo articolo, scattate da Adriano Vargiu e Salvatore Amisani, sono state riprese dal saggio del Vargiu su S’acchixedda di Guasila (ultima edizione del 1985) e vengono pubblicate per gentile concessione dell’autore, ma con assoluto divieto di riproduzione.

 

Alessandro Zorco
Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver