San Pietro dei Pescatori

Il Comune di Cagliari acquisti l’area davanti alla Chiesa di San Pietro dei Pescatori in viale Trieste e vincoli quell’area destinandola ad una piazza con giardino fruibile dai cagliaritani. La proposta è stata lanciata al sindaco di Cagliari Massimo Zedda dal segretario della Confederazione sindacale sarda Giacomo Meloni che sul suo profilo facebook ha reso noto che il supermercato che attualmente sta in viale Trieste 98 starebbe per chiudere. “Probabilmente, scavando attorno all’abside della Chiesa, si potrebbero trovare antiche tombe – afferma Meloni -. Ma soprattutto Cagliari avrebbe un nuovo spazio da ammirare e godere”.

La Chiesa di San Pietro dei Pescatori

San PietroLa chiesa di San Pietro dei Pescatori – praticamente invisibile dalla strada – è una delle più antiche chiese di Cagliari: è stata edificata nel XI secolo in stile romanico-gotico ma venne rimaneggiata più volte nel corso dei secoli. “Il monumento si affaccia in un piccolo cortile, accessibile da viale Trieste 100, in un’area utilizzata come necropoli in età paleocristiana, come attestano alcuni ritrovamenti oggi conservati presso il Museo Archeologico della città”.

“La facciata in pietra calcarea della chiesa di San Pietro dei Pescatori – prosegue Meloni – presenta elementi gotici probabilmente di epoca duecentesca; l’interno si sviluppa in un’unica navata e ha copertura lignea. Le decorazioni sono semplici e sono presenti due statue di legno raffiguranti San Pietro e un dipinto del XIX secolo che rappresenta la Vergine Addolorata. Una volta all’anno, in occasione della festa di San Pietro, la chiesetta viene aperta per le celebrazioni civili e religiose organizzate dal Collegio dei pescatori di stagno”.

Di Alessandro Zorco

Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *