Prosegue il boom della Sardegna in campo internazionale. L’interesse per la nostra regione aumenta vertiginosamente tra i turisti tedeschi (+176% rispetto al 2014), seguiti dai britannici, che si attestano su un +152% e dagli svedesi (+108%). In salita anche gli americani, che registrano un significativo +77% che conferma la capacità della nostra isola di attrarre turisti anche oltreoceano. Ad affermarlo è momondo.it, sito internazionale di ricerca viaggi e voli low cost, che ha appena realizzato uno studio che mette a confronto le ricerche dei propri utenti nei primi sei mesi del 2015 con quelle del 2014. In base all’analisi del sito – basata come detto sulle intenzioni dei turisti – la stagione estiva in corso sembrerebbe promettere molto bene per la Sardegna, con un +57% generale di utenti che hanno ricercato gli scali sardi. Tra i principali scali sardi è l’aeroporto di Olbia Costa Smeralda a crescere di più, con un +69% di ricerche effettuate. In seconda posizione Alghero-Fertilia, +62%, seguito da Cagliari-Elmas, +43%.

La ricerca effettuata dal sito internazionale di ricerca viaggi e voli low cost momondo.it conferma dunque il crescente interesse dei turisti internazionali verso la Sardegna e gli scali sardi: l’analisi delle ricerche di voli effettuate dagli utenti nei primi sei mesi del 2015 segnerebbe infatti un netto  aumento di attenzione per tutte le principali destinazioni sarde.

La Sardegna è, secondo il sito momondo.it, la meta prescelta da turisti di varia provenienza in cerca di una “calda e piacevole pausa estiva” per lo più “per le acque cristalline, o per gli scenari incontaminati, in grado di regalare un’esperienza indimenticabile”.

Tra le prime dieci popolazioni per numero di ricerche nel 2015, i tedeschi crescono come detto del 176%, seguiti dai britannici, che si attestano su un +152%, e dagli svedesi, +108%. In salita anche gli americani, che registrano un significativo +77%.

scali sardi

La ricerca degli scali sardi

Tra i paesi tradizionalmente più interessati alla Sardegna, la Germania la fa letteralmente da padrona nell’aeroporto di Alghero-Fertilia con una crescita del 202% dell’attenzione verso lo scalo di riferimento della provincia di Sassari. “Dal capoluogo, depositario di un ricco patrimonio architettonico civile e religioso, è possibile raggiungere in breve tempo Stintino e l’Asinara, noti – si legge nel comunicato – “per serbare il tratto di mare forse più bello di tutto il Mediterraneo. E poi la stessa Alghero, città catalana particolarmente vivace in estate“.

Tra i paesi più attratti dallo scalo di Alghero-Fertilia sono in netta salita anche la Finlandia (+128%) e la Svezia (+126%).

In crescita anche Cagliari-Elmas, con percentuali importanti per la Gran Bretagna (+175%) e la Germania (+170%). In terza posizione per percentuale di incremento la Svezia (+115%).

Cagliari è descritta dal sito momondo.it come una “città in fermento: il punto di partenza ideale per raggiungere molte tra le località più affascinanti della Sardegna”: Costa Reirinomata per le sue spiagge chiarissime,  è, tra le altre, la scelta ideale per gli amanti del mare”; Villasimius, descritta come un “antico borgo incastonato in una zona costiera incantevole”. E poi ancora, “le rovine dell’antica città di Nora in prossimità di Pula, e Chia, con la famosa Torre che sovrasta il territorio circostante”.

Quanto all’aeroporto di Olbia-Costa Smeralda, altro punto di riferimento per i turisti internazionali, nel primo semestre 2015 è stato particolarmente gettonato dai turisti provenienti dall’Austria, che  in questo caso raggiunge il +196%.

Da qui non c’è che l’imbarazzo della scelta – si legge nella presentazione – . La costa, infatti, è un susseguirsi di località di nota bellezza, tra cui Porto Cervo, località più famosa della Costa Smeralda. Centro nevralgico della Gallura, è tra i più frequentati dal jet set internazionale, con le vie dello shopping e i locali alla moda”.

Tra i paesi più affascinati da questa destinazione spiccano anche la Germania (+171%) e la Gran Bretagna (+154%).

Secondo la fotografia del sito momondo.it, gli scali sardi crescono nelle ricerche online anche rispetto al mercato nazionale, che conquista in generale un +6%. Per l’Italia, un aumento di attenzione meno intenso rispetto ad altri paesi, ma comunque presente, a conferma di una tendenza sicuramente favorevole allo sviluppo turistico della nostra regione.

————————-

Insomma le premesse, come testimoniato anche da questo studio di momondo.it sulle ricerche online, ci sono. L’interesse dei turisti pure.

Starà a noi far capire ai turisti internazionali che transiteranno anche quest’anno nella nostra regione che la Sardegna non è solo mare e spiagge, per quanto bellissime. Ma è anche luogo di cultura, storia e archeologia. Ed è sede di siti unici al mondo e visitabili in tutti i periodi dell’anno, non solo nei mesi estivi.

E sarà compito dei nostri esercenti coccolare i turisti e farli sentire a casa loro offrendo cortesia, gentilezza e prezzi modici. In modo che siano stimolati a tornare in Sardegna anche per la squisita accoglienza ricevuta.

Solo in questo modo le intenzioni manifestate nelle ricerche online si potranno trasformare in una scelta consapevole e costante della Sardegna, che – come si può leggere in questa ricerca sul turismo della Cna Sardegna – ha tutte le carte in regola per conquistare la leadership del turismo internazionale nell’intera area Mediterranea.

 

Di Alessandro Zorco

Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *