25.1 C
New York
domenica, Novembre 29, 2020
Web Radio
Home Archivio Le suggestioni del radiotelescopio di San Basilio

Le suggestioni del radiotelescopio di San Basilio

Segnali dalle galassie lontane, messaggi in una bottiglia lanciata nello spazio e nel tempo. Magari per trovare, come diceva qualche anno fa Eugenio Finardi, un pianeta su cui ricominciare. Dal 2003, anno in cui si è iniziato a parlare del Sardinia Radio Telescope, il grande radiotelescopio inaugurato in questi giorni a San Basilio, comune a una trentina di chilometri da Cagliari, mi torna alla mente Contact, il film con Jodie Foster in cui i ricercatori di un radiotelescopio americano intercettavano un segnale lanciato dagli alieni: un filmato del 1936 in cui Hitler inaugurava i giochi olimpici di Berlino, ritrasmesso alla terra dagli extraterresti che volevano entrare in contatto con gli esseri umani. Al di là della fantascienza, il Sardinia Radio Telescope, radiotelescopio tra i più grandi d’Europa (il più grande è l’Effelsberg Radio Telescope, che si trova in Germania e ha un diametro di 100 metri) e sicuramente il maggiore in Italia, apre la strada a molte suggestioni in una regione dove da anni, vere o false che siano, si susseguono incessanti le voci di avvistamenti di oggetti volanti non identificati.

Il Sardinia Radio Telescope

RadiotelescopioSituato a circa 35 chilometri da Cagliari, il radiotelescopio di San Basilio è stato inaugurato nei giorni scorsi dopo un lunghissimo lavoro di ricerca scientifica e aerospaziale svolto negli ultimi anni in Sardegna. Con un diametro di 64 metri e un peso di circa tremila tonnellate, il Sardinia Radio Telescope (Srt), gestito dall’ Istituto nazionale di Astrofisica, è costato circa 60 milioni di euro sborsati principalmente dal Ministero dell’istruzione, dall’Agenzia spaziale italiana e, in parte, dalla Regione Sardegna. La sua funzione, spiegano gli esperti, è quella di captare le onde radio provenienti dalle galassie lontane e funzionare come stazione ricevente per le sonde interplanetarie. Inoltre servirà anche ad analizzare i movimenti della crosta terreste e a monitorare asteroidi e detriti spaziali.

Radiotelescopio e Progetto Seti

L’inaugurazione del radiotelescopio sardo è arrivata proprio quando una notizia scientifica di qualche mese fa sembra avere riacceso, tra gli appassionati, il sogno mai sopito di entrare in contatto con gli extraterresti. Negli ultimi mesi i ricercatori hanno infatti captato nello spazio segnali radio partiti addirittura otto miliardi di anni fa. A fare questa scoperta sono stati i telescopi di un gruppo di ricerca internazionale di cui fa parte anche l’Italia. E a quanto pare anche la Sardegna. Nicolò D’Amico, responsabile del Sardinia Radio Telescope, intervistato dal Corriere della Sera online tre mesi fa ha infatti spiegato che, contrariamente ad altri segnali, quelli intercettati recentemente sono caratterizzati dalla straordinarietà della distanza da cui provengono: otto miliardi di anni luce (praticamente sarebbero stati trasmessi quando l’universo aveva poco più della metà dell’età attuale). Secondo D’Amico, ad avere originato tali segnali «potrebbero essere stelle di neutroni o anche buchi neri, oggetti in cui la materia si trova in condizioni estreme. C’è però ancora molto lavoro da fare – ha detto D’Amico – prima di capire esattamente come si generano». Dunque non si è trattato, come probabilmente molti ufologi speravano, di segnali inviati dagli alieni, obiettivo inseguito dal 1974 dal celebre Progetto Seti (Search for Extra-Terrestrial Intelligence: Ricerca di Intelligenza Extraterrestre) di cui uno dei padri fondatori è stato proprio Carl Sagan, autore del libro da cui è stato tratto il film con Jodie Foster. Ma il gigantesco radiotelescopio di San Basilio, con le sue suggestioni, non potrà fare a meno di stuzzicare la fantasie delle tante persone convinte fermamente che l’uomo non è solo nell’Universo. Un’eventualità a questo punto da non sottovalutare, vista la condizione miserabile in cui versa oggi la nostra terra dove tutti ormai combattono contro tutti e si è perso il senso del rispetto per le persone e per la natura.

 

Alessandro Zorco
Giornalista professionista. Amo scrivere, nuotare e andare in bicicletta. Sono sardo. La mia dimensione è il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -Web Radio

Most Popular

5G, la Commissione UE pensa ad organismi indipendenti per la valutazione dei potenziali rischi sulla salute

Dopo la denuncia del legale cagliaritano Francesco Scifo, l'Europa fa marcia indietro: indagine sui potenziali rischi sulla salute derivanti dal 5G

Tribunale di Cagliari, salta la programmazione d’urgenza: processi celebrati senza avvocati e imputati

Avvocati in fibrillazione a l Foro di Cagliari dove, senza una comunicazione ufficiale, è ripresa la regolare attività ed è venuta meno la programmazione d'urgenza delle udienze determinata dall'emergenza Covid 19

Diamanti, i migliori amici degli investitori

Anche in Sardegna sempre più risparmiatori investono in diamanti: ma come distinguere una pietra preziosa di qualità da un fondo di bottiglia?

Racconti dalla Sardegna: concorso letterario per autori sardi

Al via la seconda edizione del concorso letterario Racconti dalla Sardegna indetto da Historica edizioni in collaborazione con il sito Cultora: scadenza il 1° marzo 2019

Recent Comments

Petizione per tutelare le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato (Alessandro Zorco) - NewsRss24 Italia on Le storie di Villa Clara: un patrimonio abbandonato
Educazione: le parole di Don Bosco – Famiglia Cattolica on Salesiani: le quattro parole di Don Bosco
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Genocidio del popolo sardo: denuncia all’Aja
GENOCIDIO SARDO: DENUNCIA ALL’AJA | on Zona franca
La XXIX Marcia della Pace – Famiglia Cattolica on A Carbonia la XXIX Marcia della Pace
Santo Stefano: un piccolo gesto di unità – Famiglia Cattolica on Santo Stefano: un piccolo passo verso l’unità
Scrivere una lettera a Dio – Famiglia Cattolica on Concorso dell’Ucsi Catania: scrivi una lettera a Dio
Adolescenti tra la famiglia e il web – Famiglia Cattolica on Adolescenti: istruzioni per l’uso
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on L’orto sinergico e l’agricoltura a misura d’uomo
IL PROFUMO ECOSOSTENIBILE DEL VETIVER - Diario della Coltivazione on Il profumo ecosostenibile del Vetiver